ipe

Specializzarsi al Sud: l’offerta formativa post laurea dell’IPE di Napoli

Chi l’ha detto che per ottenere una formazione post universitaria di qualità occorre necessariamente spostarsi al Centro-Nord, lo spazio in cui per convenzione si identifica la massima concentrazione del sapere e delle opportunità lavorative della nostra nazione?

Qualche volta anche il flusso discendente o la fiducia nelle opportunità che anche la propria terra offre possono essere proficue e gratificanti. Soprattutto se scegliete di perfezionare i vostri studi universitari con uno dei master erogati dall’IPE di Napoli, l’Istituto per ricerche ed attività educative fondato nel 1979 da un gruppo di docenti universitari, professionisti e imprenditori con lo scopo di “contribuire all’accesso dei giovani all’educazione, alla cultura e al lavoro” (art. 1 dello Statuto).

Legalmente riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione e socio ordinario Asfor (Associazione Italiana per la Formazione Manageriale) dal 2012, l’Istituto affianca alla realizzazione di iniziative di formazione destinate a neolaureati l’attuazione di attività di orientamento per i maturandi, l’organizzazione di convegni scientifici, la realizzazione di corsi di aggiornamento per i docenti, la pubblicazione di ricerche e la gestione di residenze universitarie e centri culturali. Obiettivo: costituire un più stretto rapporto tra scuola, università e mondo del lavoro.

Per quanto riguarda in particolare l’offerta formativa post laurea, i master dell’IPE in partenza a Napoli tra novembre 2015 e gennaio 2016 si rivolgono a studenti di Economia, Ingegneria, Giurisprudenza, Scienze Politiche, Scienze Nautiche, Scienze MM.FF.NN. e Statistica. Eccoli di seguito:

  1. Master in Finanza Avanzata, metodi quantitativi e risk management. Avviato nel 2002 e giunto alla XIV edizione, si può senz’altro affermare che la validità del Master in Finanza Avanzata dell’IPE nel formare esperti di Risk Management, asset allocation e valutazione aziendale sia sotto gli occhi di tutti. Soprattutto quando fra i nomi che compongono il corpo docente figurano relatori provenienti dalle principali università italiane e manager di banche e aziende imponenti. A ulteriore conferma dell’efficacia del Master più longevo dell’Istituto per Ricerche ed Attività educative di Napoli è il tasso di occupazione dei suoi studenti a meno di 6 mesi dalla laurea: 100% nella XII edizione, l’ultima censita, all’interno di realtà come Kpmg, BNL, Deloitte, Poste, Allianz ed Enel.
  2. Master in Bilancio, revisione contabile e controllo di gestione. La X edizione del Master, in partenza a dicembre 2015 si articola in 900 ore di lezione che uniscono alle nozioni teoriche esercitazioni pratiche e testimonianze di esperti di analisi di bilancio, sistemi di rating, fiscalità d’impresa, revisione contabile e controllo di gestione provenienti dal mondo bancario e imprenditoriale. L’obiettivo del Master in Bilancio dell’IPE è quello di formare figure professionali con un’approfondita conoscenza delle problematiche economiche di un’impresa e nello stesso tempo un’elevata capacità di analisi critica del bilancio e delle performance economico/finanziarie della stessa. Curiosi di conoscere i dati 2014 sul placement di questo master? Tenetevi forte: 100% tra Napoli, Milano, Roma, Genova e persino Budapest, in aziende di tutto rispetto come Ernst & Young, Fincantieri, Total ERG e Nestlè.
  3. Master in Shipping: strategie per la logistica e l’internazionalizzazione delle imprese. Giunto alla sua VIII edizione, il Master prevede un percorso di 500 ore mirato alla formazione di figure capaci di pianificare le attività nel settore dei trasporti armatoriali e offrire consulenza nell’ambito di leggi e procedure che governano l’accesso ai mercati esteri. Si stratta di ruoli largamente richiesti dalle PMI che desiderano estendere o rafforzare la propria presenza oltre i confini italiani, soprattutto in una fase come questa in cui il made in Italy fatica ad affermarsi all’estero. I numeri 2014 relativi al placement del Master in Shipping dell’IPE parlano chiaro: a 5 mesi dal master il 92% degli iscritti risulta impiegato in area logistica, controllo di gestione, supply chain ed export management presso aziende del calibro di Luxottica, Accenture, L’Oreal, Maserati e Johnson & Johnson.

Se non siete ancora convinti sul perché di preferire un istituto di formazione del Sud a un’università privata del Nord, è bene sappiate che quanto a partnership e servizi agli studenti l’IPE non ha nulla da invidiare agli altri enti di formazione.

Ecco quelli che secondo noi sono i punti di forza dei Master IPE e della scuola in generale:

  • L’attenzione alla dignità e ai talenti della singola persona, attraverso un servizio placement che accompagna gli studenti verso il conseguimento di una posizione lavorativa coerente con le proprie competenze e attitudini. Tale sensibilità si declina anche nell’organizzazione di seminari volti a migliorare la capacità di parlare in pubblico, lavorare in gruppo, presentarsi e far emergere i propri punti di forza, sia nella forma scritta del curriculum, sia in quella verbale del colloquio di lavoro.
  • Tassi di placement compresi tra il 90 e il 100% a 6 mesi dalla conclusione dei master.
  • L’approccio learning by doing che caratterizza il piano di studi di ciascuno dei master erogati. Al conferimento di nozioni teoriche tecniche e specialistiche si affianca infatti l’analisi di casi aziendali e l’applicazione pratica dei concetti grazie ai Project Work di fine master e ai cosiddetti business games (giochi di ruolo nei quali i partecipanti simulano di trovarsi in contesti aziendali e di dover prendere decisioni relative a campi come il marketing, la logistica o la finanza).
  • Il corpo docente, costituito da professionisti del management, dell’economia e della finanza e insegnanti delle più note università pubbliche e private italiane (LUISS, Bocconi, Federico II di Napoli, Tor Vergata)
  • La partnership scientifica di aziende come Accenture, Deloitte, Intesa San Paolo, Capgemini, Kpmg, Unicredit, Vodafone, Unilever e BNP, che contribuiscono ad assicurare un pronto inserimento nel mondo del lavoro ai diplomati master.
  • Borse di studio a copertura parziale o totale dei costi di iscrizione ai master.
  • Possibilità di usufruire dei Collegi Universitari dell’IPE per gli studenti fuorisede.

Siete ancora così sicuri di voler fare le valigie per la fredda Milano o la caotica Roma? :)