logo-benincasa
MASTER CURATORE E DIVULGATORE DIGITALE DEL PATRIMONIO ARTISTICO E ANTROPOLOGICO DELLA CULTURA MODERNA, CONTEMPORANEA E DIGITALE
Università degli Studi Suor Orsola Benincasa
Città Napoli
Costo 2500 €
Durata 24 Mesi
Stage SI

Il Master Curatore e divulgatore digitale del patrimonio artistico e antropologico della cultura moderna, contemporanea e digitale è un master di II livello promosso dalla Facoltà di Scienze della Formazione – Centro di Lifelong Learning di Ateneo dell’Università degli Studî Suor Orsola Benincasa.

Obiettivi
Il Master ha l’obiettivo di formare una figura professionale innovativa ed attuale, il ‘Curatore e Divulgatore Digitale’, destinato a operare nel campo dell’antropologia della rete e in quello dell’arte e a colmare un vuoto che si è venuto a formare con la modificazione della realtà e della società all’avvento d’internet. Il curatore digitale partirà e lavorerà attraverso e sulle nuove realtà create dal digitale. Il ‘Curatore e Divulgatore digitale saprà sfruttare la trasformazione innescata dal mondo digitale a vantaggio dei patrimoni fissi (musei, siti archeologici), mobili (mostre, eventi, festival), istituzionali o individuali, sfruttando le sue competenze, per attualizzare e divulgare i patrimoni di arte classica e per organizzare, divulgare e preservare quelli di ultima generazione, elettronici e digitali.
Il Master s’inserisce nel programma di Intangible Human Heritage dell’UNESCO. Il patrimonio culturale dell’umanità non si limita solo a manufatti e beni tangibili, bensì comprende anche le espressioni di vita, i dialetti, gli usi, le favole, la cucina, la memoria familiare e le tradizioni che innumerevoli gruppi e le comunità di tutto il mondo hanno ereditato dai loro antenati e trasmettono ai loro discendenti, nella maggior parte dei casi per via orale, con il rischio di perdere molta dell’identità culturale.

Destinatari
Per l’accesso al Master è richiesta la laurea specialistica di cui al D.M. 509/99 o la laurea quadriennale di cui alla Legge 341/90 in discipline antropologiche, sociologiche, pedagogiche ed afferenti ai beni culturali. Possono essere ammessi laureati anche in altri ambiti – previa valutazione da parte del Comitato scientifico – con documentato profilo professionale e formativo adeguato agli obiettivi del Corso.
Qualora il numero degli iscritti risultasse inferiore ai requisiti minimi per la copertura delle spese di bilancio, l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa si riserva di non attivare il Master e di restituire gli importi versati.
Nel caso in cui il numero dei candidati giudicati idonei ecceda le sessanta unità si provvederà alla predisposizione di una graduatoria che terrà conto dei titoli preferenziali di seguito indicati, altrimenti si provvederà alla pubblicazione dell’elenco degli ammessi. La graduatoria degli ammessi al Master sarà pubblicata sul sito www.unisob.na.it e non verranno inviate comunicazioni personali ai corsiti.

Contenuti
Il primo anno del Master Curatore e divulgatore digitale del patrimonio artistico e antropologico della cultura moderna, contemporanea e digitale fornirà al corsista conoscenze pratiche e teoriche dell’ambiente internet, della rete e dei suoi fenomeni, della cultura digitale. L’allievo imparerà ad analizzare e gestire gli strumenti digitali (da un blog a una telecamera) e i processi (dalla creazione di un sito alla scrittura digitale).
Durante il secondo anno il corsista imparerà la gestione su piattaforma digitale, della rete di un patrimonio artistico, la relazione con gli Enti, le fondazioni e i musei. Ai fini di un inserimento reale nel mondo del lavoro si darà particolare importanza al fund raising e alla capitalizzazione e divulgazione del patrimonio artistico e culturale, studiando nuove tecniche e strategie di proposta dei prodotti. Inoltre si studieranno la progettazione e la creazione di archivi digitali delle opere esistenti e la salvaguardia delle opere elettroniche e digitali.
Gli allievi acquisiranno inoltre, competenze in merito alla gestione su piattaforma digitale della rete di un patrimonio socio-antropologico e studieranno le modalità di relazione con gli Enti, le fondazioni e le scuole.
Verrà progettata la creazione di archivi digitali delle tradizioni antropologiche, e l’archiviazione e lo studio dei fenomeni sociologici della rete e della Cultura digitale, con particolare riferimento alle direttive sulla Tutela Sostenibile dell’Intangible Heritage UNESCO.