uniba2
MASTER I REGOLAMENTI REACH E CLP: VALORE ALLA SOSTENIBILITÀ DEI PROCESSI PRODUTTIVI E ALLA TUTELA DELLA SALUTE
Università degli Studi di Bari "Aldo Moro"
Città Bari
Costo 3500 €
Durata 12 Mesi
Stage NO

Il Master I regolamenti REACH e CLP: valore alla sostenibilità dei processi produttivi e alla tutela della salute è un master di II livello promosso da Dipartimento di Chimica – Dipartimento di Farmacia/Scienze del Farmaco dell’Università degli Studi di Bari.

Obiettivi
Il Master si propone di:

  • Fornire al mondo imprenditoriale figure professionali altamente specializzate nella gestione delle sostanze chimiche e dei loro preparati, in Europa secondo i Regolamenti REACH CLP e di tutte le normative europee e nazionali ad esse riconducibili
  • Rispondere alla richiesta di profili professionali specializzati da parte di tutta la filiera produttiva delle sostanze chimiche (produttori, importatori, utilizzatori) in materia di sostenibilità dei processi produttivi
  • Formare professionisti in grado di inserirsi in un tessuto imprenditoriale europeo o in organismi di controllo a livello territoriale e nazionale.

Destinatari

  • CLASSI DELLE LAUREE SPECIALISTICHE D.M. 509: 6/S-Classe delle lauree specialistiche in biologia, 7/S-Classe delle lauree specialistiche in biotecnologie agrarie, 8/S-Classe delle lauree specialistiche in biotecnologie industriali, 9/S-Classe delle lauree specialistiche in biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche, 14/S-Classe delle lauree specialistiche in farmacia e farmacia industriale, 27/S-Classe delle lauree specialistiche in ingegneria chimica, 38/S-Classe delle lauree specialistiche in ingegneria per l’ambiente e il territorio, 46/S-Classe delle lauree specialistiche in medicina e chirurgia, 61/S-Classe delle lauree specialistiche in scienza e ingegneria dei materiali, 62/S-Classe delle lauree specialistiche in scienze chimiche, 77/S-Classe delle lauree specialistiche in scienze e tecnologie agrarie, 81/S-Classe delle lauree specialistiche in scienze e tecnologie della chimica industriale, 82/S-Classe delle lauree specialistiche in scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio, SNT_SPEC/4-Classe delle lauree specialistiche nelle scienze delle professioni sanitarie della prevenzione
  • CLASSI DELLE LAUREE MAGISTRALI D.M. 270: LM-6-Biologia, LM-7-Biotecnologie agrarie, LM-8-Biotecnologie industriali, LM-9-Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche, LM-13-Farmacia e farmacia industriale, LM-22-Ingegneria chimica, LM-35-Ingegneria per l’ambiente e il territorio, LM-41-Medicina e chirurgia, LM-53-Scienza e ingegneria dei materiali, LM-54-Scienze chimiche, LM-69-Scienze e tecnologie agrarie, LM-71-Scienze e tecnologie della chimica industriale, LM-75-Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio, LM/SNT4-Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione chirurgia, 61/S-Classe delle lauree specialistiche in scienza e ingegneria dei materiali, 62/S-Classe delle lauree specialistiche in scienze chimiche, 77/S-Classe delle lauree specialistiche in scienze e tecnologie agrarie, 81/S-Classe delle lauree specialistiche in scienze e tecnologie della chimica industriale, 82/S-Classe delle lauree specialistiche in scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio, SNT_SPEC/4-Classe delle lauree specialistiche nelle scienze delle professioni sanitarie della prevenzione

Requisiti preferenziali per l’ammissione:
L’ammissione al master avverrà sulla base di una procedura di selezione effettuata da una apposita Commissione nominata dal Consiglio di Corso.
La residenza in Puglia (o in una Regione facente parte della Confederazione tra le Università del Molise- Basilicata-Puglia) rappresenterà, in ogni caso, titolo preferenziale per l’accesso al corso, a parità di punteggio di selezione riportato.

Sbocchi occupazionali
Al termine del corso gli studenti dovranno aver raggiunto i seguenti obiettivi formativi:

  • acquisizione delle conoscenze giuridiche e tecnico-scientifiche necessarie per affrontare le problematiche connesse con la gestione delle sostanze chimiche in Europa;
  • conoscenza delle metodologie e delle procedure per la caratterizzazione chimico-fisica delle sostanze previste dalla normativa REACH
  • conoscenza delle proprietà tossiche ed eco-tossiche e valutazione dei rischi connessi alla loro produzione e utilizzo delle sostanze e degli intermedi chimici;
  • capacità di stima delle proprietà chimico-fisiche e tossicologiche delle sostanze mediante tecniche computazionali (QSAR);
  • conoscenza dei fondamenti di chimica, biologia, microbiologia e farmacologia, al fine di valutare gli aspetti relativi alla potenziale tossicità sull’uomo derivante da esposizione alle sostanze chimiche in REACH;
  • capacità di sottomettere all’Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche (ECHA) la registrazione delle sostanze prodotte o importate, mediante la stesura del Report tecnico-scientifico;
  • capacità di supportare le aziende chimiche e gli utilizzatori a valle nella stesura e comunicazione delle schede dei dati di sicurezza (SDS);
  • capacità di proporre adeguamenti dei processi di produzione attraverso l’adozione di sintesi e processi chimici a ridotto impatto sulla salute e sull’ambiente anche in seguito a mancanza di determinate sostanze, utilizzate nei processi, non più disponibili in commercio;
  • acquisizione delle conoscenze gestionali per partecipare ai forum per lo scambio di informazioni (SIEF= Substance Information Exchange Forum) tra i registranti, creati per ottemperare al principio O.S.O.R (One Substance One Registration).

Le figure professionali formate mediante il master potranno avere sbocchi professionali sia mediante assunzione da parte delle aziende sottoposte al REACH, sia come consulenti professionisti esterni. Non trascurabile anche la necessità per le strutture pubbliche locali (Regione, Province, ARPA, Carabinieri N.A.S., Guardia di Finanza, Agenzia delle Dogane) di formare e/o acquisire personale esperto da dedicare alla fase di controllo del territorio.