logo-regina-apostolorum
MASTER IN CONSULENZA FILOSOFICA E ANTROPOLOGIA ESISTENZIALE
Ateneo Pontificio Regina Apostolorum
Città Roma
Costo 2024 €
Durata 12 Mesi
Stage NO

Perché un Master in Consulenza filosofica e Antropologia esistenziale?

La Facoltà di Filosofia dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (www.upra.org) e l’Istituto di Filosofia e di Antropologia Clinica Esistenziale, Counseling, ricerca e formazione (IFACEcrf www.ifacecrf.it) attivano il corso di Master in Consulenza Filosofica ed Antropologia Esistenziale.

Il Master in Consulenza filosofica e antropologia esistenziale formerà professionisti d’aiuto in grado di utilizzare metodologie e strumenti adeguati a per coloro che sentono la necessità di una ricerca di senso: nel loro vissuto individuale, nelle relazioni intersoggettive, nell’affrontare le problematiche sociali, nelle dinamiche aziendali, nell’impegno per superare un proprio disagio o una problema legato ad una scelta, nella gestione di un percorso di cura per una propria malattia o perché impegnati nell’aiutare familiari o amici sofferenti, in un percorso di crescita personale o nella ricerca di modalità congrue per esprimere la propria creatività, nella propria ricerca spirituale interna.

La formazione prevista dal Master approfondirà aspetti particolari delle scienze umane e delle metodologie di intervento d’aiuto, ed eserciterà il partecipando all’utilizzo di alcuni strumenti operativi, a sostenere ed aiutare la crescita lavorativa, affettiva ed etica del singolo e dei gruppi.

Destinatari
Il Master in Consulenza filosofica e Antropologia esistenziale è indirizzato a tutti i laureati in discipline umanistiche e filosofiche, in psicologia, in medicina, in scienze infermieristiche, economiche-aziendali e giuridiche, così come ad altri professionisti e dirigenti del mondo del lavoro e della comunicazione che considereranno utile alla loro professionalità quest’ulteriore competenza.
Il master è riservato a laureati in Filosofia, Lettere, Scienze politiche, Scienze della Formazione, Scienze dell’educazione, Giurisprudenza, Sociologia, Economia, Psicologia, Medicina, Scienze infermieristiche.
Possono accedere al Master candidati sia italiani, sia stranieri.

Sbocchi occupazionali
Il Master in Consulenza filosofica e Antropologia esistenziale forma una nuova figura professionale: il consulente filosofico che può operare nell’ambito aziendale, della comunicazione, della gestione del disagio individuale e/o collettivo e della formazione. Questo Master è di grande utilità per tutti coloro che intendono non perdere le opportunità lavorative aperte dall’imminente riconoscimento legale delle nuove professioni non regolamentate.

Cos’è il consulente filosofico?

La figura del Consulente Filosofico è una professione d’aiuto che si è ormai affermata nei paesi centro e nordeuropei e che sta trovando sempre più sbocchi professionali negli altri paesi.
Il consulente filosofico non è uno psicologo o uno psicoterapeuta, non orienta la sua opera alla guarigione da una qualche malattia psichica, ma orienta la sua capacità professionale all’ascolto e stimola il singolo o il gruppo consultante al ricondizionamento autonomo.
Il consulente filosofico non è il professore esperto di filosofia che offre una lezione privata, ma uno studioso di filosofia, formato in modo interdisciplinare che, grazie alle sue conoscenze ed alle sue esperienze, è in grado di offrire una diversa chiave di lettura delle problematiche personali, di gruppo e/o aziendali.
Chi si rivolge al consulente filosofico è, prevalentemente, una persona che sta vivendo uno stato di disagio, un gruppo lavorativo che vive un conflitto interno, un’azienda che sembra non riuscire a soddisfare le proprie esigenze a causa di varie problematiche. A volte le difficoltà sono più profonde e nascono da un’anomala gestione psicologica, altre volte emergono da condizionamenti sociali ed etici.
Il consulente offre dunque un orientamento, un suggerimento per arrivare ad affrontare in maniera più positiva ed articolata le diverse problematiche che gli vengono sottoposte.

Cosa offre il Master di Consulenza Filosofica?

Il Master si avvarrà di Docenti di eccellenza provenienti da diversi ambiti disciplinari. La formazione in ambito antropologico clinico esistenziale consentirà al consulente filosofico di dirimere tra i problemi affrontati quelli che “scivolano” verso una difficoltà patologica e quelli che, invece, nascano dal disagio del singolo.
Le competenze richieste per poter esercitare questa professione vanno al di là del conseguimento di una laurea nel campo umanistico e richiedono un intenso e valido percorso formativo che aiuterà a comprendere, ascoltare, accogliere l’altro, in base alle dinamiche personali, familiari, sociali e lavorative nelle quali si trova immerso, accompagnandolo nell’elaborazione, ed eventuale soluzione dei problemi.
Offrendo strumenti per conoscere, con rigore e con un’adeguata capacità valutativa, lo stato attuale della dimensione antropologica delle realtà personali, sociali e economico-aziendali e sulla formazione permanente della Leadership aziendale, le competenze acquisite attraverso il Master potenzieranno le capacità organizzative, strategiche, etiche e di responsabilità sociale, di innovazione, di rispetto del valore della persona nelle dinamiche di gruppi.
Il Master offre un ampio panorama di nuove opportunità lavorative, che vanno dall’aiuto in un rapporto duale all’orientamento per singoli o gruppi, alla consulenza per la gestione di ambienti lavorativi, alle creazioni di mission ed etiche aziendali, senza tralasciare l’ampia competenza nell’aiuto alla crescita spirituale del singolo.

Alla luce di quanto qui espresso, il Master ha, quindi, l’obbiettivo di fornire al filosofo, all’educatore, all’economista, al giurista, al sociologo, al bioeticista, all’operatore sanitario, al “comunicatore”., un’adeguata competenza di metodologie di orientamento ed ampliamento della scelta individuale e di gruppi, grazie anche ad una chiara padronanza delle tecniche di comunicazione.

Sinteticamente il professionista acquisirà nel corso del Master le seguenti competenze:

  • Capacità critica filosoficamente fondata;
  • Strumenti per orientare e sostenere le scelte spirituali ed etiche del singolo;
  • Capacità di discernimento clinico per individuare i confini di possibili patologie o disabilità;
  • Competenze in tecniche di comunicazione efficace e in logoanalisi (analisi del linguaggio);
  • Fondamenti etici e bioetici dell’agire umano;
  • Fondamenti giuridici del vivere sociale;
  • Strumenti di gestione dei gruppi e delle intersoggettività anche in ambito aziendale;
  • Competenze per la gestione e l’orientamento delle mission aziendali e dei parametri etici.

In tal modo viene anche rispettato l’intento dell’offerta di una chiave di lettura più ampia, dettata dalla conoscenza e dalla formazione filosofica, per svolgere attività di consulenza:
individuale, intersoggettiva, rivolgendosi a piccoli gruppi identificati per tematiche personali e/o relative alle diverse professioni quali ad esempio: giornalisti, artisti, insegnanti di differenti discipline, giuristi, operatori sanitari, ecc.
sociale, nelle aziende, nelle strutture ospedaliere, nei comitati “etici”, nelle strutture di comunicazione e servizi sociali (consultori), all’interno delle iniziative culturali connesse alla formazione continua (operatori sanitari ed altro), nelle relazioni tra le diverse culture e religioni (come ad esempio il ruolo di mediatore culturale).

Alla fine del Master viene rilasciato il Diploma di Master di primo livello in Consulenza filosofica e Antropologia esistenziale.
Al fine del riconoscimento del titolo sono requisiti indispensabili:

  • la frequenza ai corsi; assenze pari o superiori al 30% delle ore di lezione rendono il corso non accreditabile;
  • la partecipazione alle conferenze programmate e la consegna degli elaborati richiesti dai relatori;
  • la realizzazione delle procedure di valutazione e autovalutazione in itinere
  • la presentazione di un lavoro scritto conclusivo di 50 pagine circa di degno di pubblicazione, su un tema approvato dal Direttore accademico e diretto da uno dei professori del Master.

In base alla convenzione con l’APRA, l’Istituto di scienze umane ed esistenziali (ISUE, www.isue.it) riconoscerà il titolo rilasciato dal Master in Consulenza Filosofica e Antropologia esistenziale. Grazie a tale riconoscimento coloro che conseguiranno il titolo alla fine dell’anno di studio potranno associarsi all’ Istituto ed essere inseriti nel Registro degli Antropologi Clinici Esistenziali, edito annualmente dall’ISUE, con la qualifica di Educator.

Contenuti
In estrema sintesi il Master, relativamente al riconoscimento ISUE, consentirà queste due opzioni formative:

  1. Consulente filosofico antropologo esistenziale
  2. Consulente filosofico antropologo esistenziale + Counselor esistenziale.

Il Master si struttura in una parte introduttiva ed una proposta didattica organizzata in nove moduli che si svilupperanno secondo diverse modalità didattiche.

Parte introduttiva

  • Le Professioni d’aiuto
  • La Consulenza Filosofica e le metodiche di sostegno alla gestione aziendale ed al management
  • L’Antropologia Clinica esistenziale e le forme di Counseling-Coaching
  • Metastoria e attualità delle relazioni di aiuto e consulenza
  • Sintesi dell’attuale offerta legislativa.

Area filosofica

  • Ontologia e Metafisica
  • Epistemologia e metodologia
  • Etica e Politica
  • Antropologia Filosofica
  • Teoria e pratica della consulenza filosofica

Area della comunicazione

  • Psicologia della comunicazione
  • Pragmatica della comunicazione umana
  • Logodinamica generativo trasformazionale e Logoanalisi coscienziale*
  • Percorso filosofico
  • Percorso clinico

Area psicologica

  • Psicologia generale
  • Modelli attuali e futuri delle neuroscienze
  • Principi di Psicodinamica, psicologia esistenziale e terapie sistemiche
  • Psicologia delle organizzazioni e dei gruppi

Area clinica

  • Malattia, concetto e limiti
  • Principi generali di psicopatologia
  • Strumenti di terapia in psichiatria
  • Elementi di semeiotica clinica psichiatrica e psicopatologica

Area economica-aziendale

  • Economia aziendale
  • Economia e gestione delle imprese
  • Economia e gestione della comunicazione
  • Gestione e innovazione delle organizzazioni
  • Organizzazione aziendale

Area giuridica

  • Diritto del lavoro
  • Diritti fondamentali dell’uomo nel diritto naturale e nelle convenzioni internazionali
  • Etica e Bioetica
  • Impresa società e Mercato Finanziario
  • Filosofia del Diritto

Area della formazione
Gruppi di esercitazioni in strumenti comunicativi:

  1. in tecnica del dialogo
  2. in logodinamica generativo trasformazionale
  3. in metodologia dell’argomentazione
  4. in metodologia della consulenza filosofica

Gruppi di formazione:

  1. in metodiche di rilassamento
  2. in gestione personale
  3. in supervisione clinica

Area della supervisione

  • Ascolto attivo del dialogo filosofico
  • Cosa e come osservare

Area delle pratiche filosofiche

  • Consulenze individuali e di gruppo controllate ed analizzate

* Tra gli strumenti che l’ISUE utilizza nel Counseling Esistenziale e nella Consulenza Filosofica vengono privilegiati gli strumenti comunicativi e, tra questi, la Logoanalisi Coscienziale: attraverso questo strumento, infatti, è più naturale osservare l’atteggiamento d’epochè, atteggiamento che il modello esistenziale pone come base di lavoro alle diverse metodologie che orienta. La Logoanalisi non è, però, l’unico strumento che un counselor esistenziale utilizza nell’esercizio della sua professione. Su ciò vedi www.isue.it

Nell’alveo del percorso del Master, l’Istituto di Scienze Umane ed Esistenziali, propone agli iscritti al Master un ulteriore modulo integrativo, ovviamente facoltativo e distinto dal Master stesso, che completerà la formazione adeguata, secondo le normative vigenti, per consentire al partecipante di ottenere anche il titolo di Counselor Esistenziale. Questo titolo dà la facoltà, per chi si associasse all’Istituto, di essere inserito nel Registro degli Antropologi Clinici Esistenziali con la qualifica di Counselor.

In sintesi:

  • Lezioni frontali: 238 ore (30 ECTS)
  • Pratiche filosofiche: 80 ore in due settimane intensive (10 ECTS)
  • Valutazione ed autovalutazione in itinere (10 ECTS)
  • Elaborato finale (10 ECTS).