logo-roma-tre
MASTER LE ARTITERAPIE: METODI E TECNICHE D’INTERVENTO
Università degli Studi "Roma Tre"
Città Roma
Costo 3200 €
Durata 10 Mesi
Stage SI

Presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma Tre è attivata la nuova edizione del Master di I livello in LE ARTITERAPIE (musicoterapia, danzamovimentoterapia, arti grafiche e plastiche, teatroterapia e comicoterapia): METODI E TECNICHE D’INTERVENTO diretto dalla Prof.ssa Bianca Spadolini.

Alla realizzazione del Master concorre la Società ARS VIVENDI S.R.L.
Premessa del presente master è la convinzione, supportata scientificamente, che per promuovere interventi efficaci in campo educativo e riabilitativo occorra un approccio multidisciplinare integrato.
Di qui l’attenzione per tutte quelle discipline che si configurano come “terapie complementari” e che sono altrimenti conosciute come artiterapie, nell’accezione ampia di musicoterapia, danzamovimentoterapia, arte grafico-plastica, teatroterapia e comicoterapia.

Obiettivi
Obiettivo del master è quindi poter rispondere alla crescente domanda di formazione e sviluppo di competenze, sia teoriche che applicative, in ambito pedagogico, psicologico, terapeutico e riabilitativo, per far fronte in contesti educativo-socio-sanitari a situazioni di disagio o disabilità psicofisica e sociale

Destinatari
Il Master è riservato a coloro che sono in possesso dei seguenti titoli: laurea triennale, laurea magistrale, diploma di laurea (vecchio ordinamento) di qualsiasi tipo o titoli equipollenti (Diplomi di Conservatorio, Accademia delle Belle Arti ed Accademia di Danza affiancati da diploma quinquennale di scuola superiore).

Sbocchi occupazionali
La figura professionale formata maturerà conoscenze e competenze teorico-pratiche nell’ambito:

  • dell’arte-terapia (nell’accezione più ampia del termine), nel senso che sarà in grado di utilizzare in modo mirato e consapevole le qualità simboliche e di rappresentazione connaturate ai linguaggi corporeo, musicale e figurativo, così: da guidare le esperienze gestuali, motorie e sonore di bambini ed adolescenti normodotati in età prescolare e scolare e da relazionarsi ed aprire un canale di comunicazione con minori “caratterialmente difficili” e con adulti portatori di handicap fisici e mentali.
  • della teatro-terapia, nel senso che sarà in grado di costruire una realtà drammatica condivisa, che diventi luogo di scambio e di sperimentazione di ruoli, relazioni, pensieri, emozioni all’interno della cornice protettiva della “finzione”, utilizzando pratiche teatrali product-oriented (teatro educativo e sociale);
  • della comico-terapia, nel senso che sarà in grado di applicare le possibilità preventive e terapeutiche del ridere e delle emozioni positive, quale strumento per accelerare il processo di guarigione di un individuo, con conseguente trasformazione del negativo in positivo.

La figura professionale formata sarà in grado di progettare, condurre e monitorare negli esisti di andamento, un intervento di artiterapie o di teatroterapia o di comicoterapia.
I settori di spendibilità delle sue conoscenze e competenze sono:

  • la prevenzione primaria e secondaria del disagio psichico e sociale;
  • la terapia e riabilitazione delle varie disabilità fisiche, psichiche e sociali;
  • la crescita del benessere proprio sia di individui che di gruppi e della relazione interpersonale.

I settori lavorativi di inserimento sono:

  • le strutture educative (scuole di ogni ordine e grado).
  • le strutture di ricovero (ospedali, centri protetti, comunità terapeutiche, centri diurni)
  • le strutture di permanenza forzata (carcere) e volontaria (case di riposo, sale d’attesa);

La figura formata, indipendentemente dalla specifica qualifica di arteterapeuta o di comicoterapeuta o di teatroterapeuta, opererà nel rispetto delle componenti psico-fisiche e pedagogiche delle differenti fasce di età con cui è chiamato ad intervenire e delle istanze di indagine e ricerca statistica.

Contenuti
Il Corso è svolto nella modalità didattica mista. Le attività didattiche del Master avranno inizio a dicembre e termineranno entro ottobre.
Si articolerà:

  • in un modulo di percorso formativo di base di 92 ore di lezioni teoriche sui fondamenti di Statistica descrittiva ed inferenziale, di Sociologia, Pedagogia e Psicologia applicate all’Arte nelle sue manifestazioni di Musica, Pittura/Scultura, Danza, Teatro e Comicità, di Giurisprudenza per gli aspetti giuridici che disciplinano l’operare dell’ arteterapeuta, del teatroterapeuta e del clown dottore, di Medicina (psichiatria, immunologia ed igiene), di inquadramento disciplinare della MusicoTerapia, della DanzaMovimentoTerapia, dell’Arte Grafico-Plastica, della Teatroterapia e della Comicoterapia.  Le lezioni teoriche saranno svolte in modalità blended.
  • in quattro moduli di percorsi formativi specifici per un complessivo di 408 di lezioni teorico-pratico-esperenziali sulle tecniche di pianificazione e conduzione di un intervento rispettivamente di Musicoterapia, di Danzamovimentoterapia, di Arte grafico-plastica, di Teatroterapia e di Comicoterapia. Le lezioni teorico-pratico-esperenziali in presenza saranno distribuite in 17 week end (venerdì, sabato e domenica) a cadenza bisettimanale.
  • in moduli di tirocinio di 700 ore, comprensive di supervisione (in presenza e a distanza), di cui: 250 ore di tirocinio diretto in strutture pubbliche o private, sia in Italia che all’estero, la cui utenza di riferimento sia rappresentata rispettivamente da: minori, marginalità sociali e adulti, portatori di handicap fisici e psichici, e 450 ore di tirocinio indiretto in attività inerenti l’esperienza di tirocinio diretto;
  • in moduli di formazione a distanza di 300 ore ciascuno, sulla consultazione del materiale didattico fornito, sulla formulazione di report (o diari di bordo) relativi alle lezioni in presenza, sulla compilazione di protocolli di osservazione delle sedute del tirocinio diretto, sulla preparazione di progetti di intervento specifici per ciascuna delle discipline trattate, sulla stesura della tesina di tirocinio e della tesi finale.

Il piano didattico del Master prevede le seguenti Attività Formative.

a1) Insegnamenti:
Moduli lezioni a distanza

  • Introduzione e inquadramento disciplinare della MusicoTerapia, della DanzaMovimentoTerapia, dell’Arte Grafico-Plastica, della Teatroterapia e della Comicoterapia.
  • La statistica descrittiva ed inferenziale applicate alle artiterapie (M-PSI/03)
  • Aspetti metodologici della ricerca nelle artiterapie (M-PSI/03 M-PSI/05)
  • Elementi clinici e dinamiche psicopatologiche (M-PSI/08)
  • Immunologia (MED/04)
  • Igiene (MED/42)
  • Pedagogia del gioco (M-PED/01)
  • Pedagogia speciale (M-PED/03)
  • Psicologia delle emozioni (M-PSI/05)
  • Sociologia generale (SPS/07)
  • Psicologia delle arti, della creatività e dell’esperienza estetica (M-PSI/01)
  • Modelli psicologici e psicoterapeutici in uso nelle Artiterapie (M-PSI/01)
  • La giurisprudenza e la figura dell’ArteTerapeuta, del TeatroTerapeuta e del ComicoTerapeuta in Italia ed all’estero (IUS/17)

Moduli lezioni in presenza

  • DanzaMovimentoTerapia
  • DanzaMovimentoterapia: definizione, finalità ed ambiti d’intervento. Modelli e Tecniche di conduzione (M-EDF/01)
  • DanzaMovimentoTerapia – Metodo LAM (Laban-Analisi del Movimento) (M-EDF/01)
  • Danza Movimento Terapia espressiva: dall’expression primitive al gruppo psicodinamico (M-EDF/01)
  • DanzaMovimentoTerapia – Metodo Fux (M-EDF/01)

Musicoterapia

  • Musicoterapia: definizione, finalità ed ambiti d’intervento. Modelli e Tecniche di conduzione (L-ART/07)
  • Musicoterapia passivo-ricettiva (L-ART/07)
  • Musicoterapia attivo-propositiva- modello psicodinamico (L-ART/07)
  • Musicoterapia e PNL: il modello del Dialogo Sonoro.
  • Musicoterapia e PNL Umanistica Integrata: gli ultimi sviluppi del Dialogo sonoro (L-ART/07)

Arte grafico-plastica

  • Arte Plastico-figurativa: definizione, finalità ed ambiti d’intervento. Modelli e Tecniche di conduzione (ICAR/17)
  • Arte grafico-plastica e sue principali aree di intervento (ICAR/17)
  • Arte grafica e plastica e le rappresentazione del sé (ICAR/17)
  • Arte plastico-figurativa antroposofica (ICAR/17)

TeatroTerapia e Comicoterapia

  • Teatroterapia: definizione, finalità ed ambiti d’intervento. Modelli e Tecniche di conduzione (M-PED/01; M-PSI/01)
  • Comicoterapia: definizione, finalità ed ambiti d’intervento. Modelli e Tecniche di conduzione (M-PSI/08; L-ART/05 )
  • Drammaterapia (M-EDF/01)
  • Psicodramma (M-EDF/01)
  • Playback Theatre (M-EDF/01)
  • Comicoterapia (M-PSI/08)
  • Arte del Clown (L-ART/05)

a2) Seminari di studio e di ricerca:

  • Partecipazione a convegni, congressi e workshop sulle Artiterapie, sulla Teatroterapia e sulla Comicoterapia, sulle disabilità fisiche e psichiche, su problematiche di disagio e sulla rete territoriale di intervento e assistenza
  • Formulazione di progetti di intervento relativi ad ogni modulo/disciplina
  • Rassegne bibliografiche di approfondimento di tematiche interenti le Artiterapie
  • Compilazione di protocolli di osservazione per una misurazione /valutazione statistica dell’esperienza di tirocinio diretto
  • Compilazione di diari di bordo sulle lezioni teorico-pratiche in presenza

a3) Stage di sperimentazione operativa:

  • Laboratorio esperienziale di Danza- Movimento-Terapia applicata (M-EDF/01)
  • Laboratorio esperienziale di Musico-Terapia applicata (L-ART/07)
  • Laboratorio esperienziale di Arte Plastico-figurativa applicata (ICAR/17)
  • Laboratorio esperienziale di Teatroterapia applicata (M-PED/01; M-PSI/01)
  • Laboratorio esperienziale di Comicoterapia applicata (M-PSI/08; L-ART/05)

a4) Altre Attività Formative integrative:
Approfondimento di materiale didattico proposto.

b) Prova finale, che consiste in:

  • RELAZIONE DI TIROCINIO e
  • TESI SPERIMENTALE O COMPILATIVA.

Lo studente che seguirà con profitto i moduli potrà conseguire l’attestato finale per il Corso di Perfezionamento in:

  • DANZAMOVIMENTOTERAPIA (C.F. 10)
  • MUSICOTERAPIA (C.F. 10)
  • ARTE PLASTICO FIGURATIVA (C.F. 10)
  • TEATROTERAPIA E COMICOTERAPIA (C.F. 10).