logo-bicocca
MASTER IN LINGUAGGI E TECNICHE TEATRALI IN EDUCAZIONE
Università degli Studi di Milano "Bicocca"
Città Milano
Costo 2000 €
Durata 17 Mesi
Stage SI

Il Master si propone di formare operatori capaci di utilizzare il potenziale educativo del teatro sia all’interno della normale prassi educativa e scolastica sia nella progettazione e realizzazione di percorsi laboratoriali che facciano uso di linguaggi e tecniche dell’arte teatrale.

La figura dell’esperto che si delineerà acquisterà inoltre le competenze e la sensibilità necessarie per poter essere punto di riferimento per l’offerta laboratoriale all’interno dell’istituto scolastico di appartenenza, promuovendo maggiore visibilità e un maggior collegamento tra l’ambito scolastico e le esperienze laboratoriali proposte. Il linguaggio teatrale e, più specificatamente, il “laboratorio teatrale” viene pensato in tale proposta come strumento per promuovere un apprendimento significativo legato ad una diversa consapevolezza di se stessi e degli altri e ad una maggior esperienza del corpo e delle sue potenzialità espressive, a partire dallo spazio di attivazione esperienziale che inaugura. Qui, l’abilità che si intende costruire non è quella dell’attore, ma è quella di un educatore capace di declinare i propri scopi formativi attingendo all’ambito della “teatralità”, mettendo in campo, cioè, e gestendo con consapevolezza, la dimensione emotiva, relazionale, oltre che naturalmente cognitiva, implicata in ogni processo di insegnamento/apprendimento.
Il contributo che viene dall’ambito teatrale appare quindi d’interesse non solo e non tanto come modalità per “performare” gli educatori perché possano divenire insegnanti di teatro, quanto nel suo essere ritematizzato e ricontestualizzato da un punto di vista educativo. Tale convincimento trova forza anche in alcune riflessioni che interessano oggi le esperienze artistiche all’interno della scuola, che mostrano come tali esperienze abbiano la necessità di essere rilette e tradotte da un punto di vista educativo per non risolversi in, per quanto entusiasmanti, parentesi alla vita scolastica. Progetti di ricerca attualmente in corso mostrano, infatti, la necessità di rileggere più profondamente il senso delle esperienze teatrali a scuola, oltre che l’urgenza di una formazione per gli insegnanti che vada oltre l’acquisizione di tecniche teatrali per portare alla comprensione delle trasversalità educative di queste proposte.
E’ oggi generalmente condiviso che le forme artistiche, e quella teatrale in particolare, costituiscano vie di accesso privilegiate sia alla conoscenza che all’espressione del sentire. Il teatro, come dovrebbe essere l’educazione, rappresenta infatti un campo aperto, una serie di possibilità di essere, vedere, stare, fare, condividere, cambiare, scegliere. L’operatore sarà quindi accompagnato nella riflessione teorica sul potenziale educativo del teatro, sperimentandola poi direttamente in laboratori esperenziali, spazi dinamici
e flessibili in cui attraverso processi di ricerca condivisa è possibile dare una nuova e più consapevole vita all’usuale e al quotidiano scolastico. Nel teatro come nell’educazione, infatti, lo sforzo costante è a promuovere sempre più la centralità di ognuno, nei processi di scoperta, conoscenza, riflessione, soprattutto intensificando ciò che già esiste, poiché la metafora teatrale invita a sostenere in ciascuno la scoperta delle proprie possibilità trasformative e creative.
Da tutto ciò discende un’idea di educazione che sa adattarsi ad ogni singolo individuo, rideclinandosi sulle soggettività, cosicché ciascuno possa raccogliere ed agire le proposte secondo le sue specifiche modalità, consentendo in tal modo di avvicinarsi anche alle situazioni di difficoltà o disagio. Ciò senza dimenticare la dimensione del gruppo e la sua rilevante valenza formativa per i soggetti che ne fanno parte e che sono messi nelle condizioni di accedere a percorsi di co-costruzione della conoscenza. L’insegnante, investito di un ruolo innanzitutto registico, diviene in tal modo parte integrante del processo educativo e della relazione in cui esso si snoda.

Destinatari
Laurea triennale o Laurea con ordinamento previgente al D.M. 509/99 o Diploma
Universitario triennale, Diplomi AFAM.

Sbocchi occupazionali
Il Master in Linguaggi e tecniche teatrali in educazione intende rispondere ad una duplice esigenza fortemente presente, anche se non sempre esplicitata, all’interno della scuola:

  • da una parte quella inserire nella normale prassi educativa e didattica un’attenzione sempre più marcata alla dimensione emotiva e relazionale insieme ad una maggiore insistenza sulle componenti creative del pensiero, in grado di sostenere maggiore flessibilità e disponibilità al cambiamento;
  • dall’altra quella di promuovere e amplificare i significati e le ricadute delle proposte laboratoriali nella scuola: il laboratorio introduce, infatti, un tipo di proposta esperenziale che pur entrando nella scuola (e più in generale in molteplici contesti educativi), rimane spesso depotenziata dalla mancanza di un incontro effettivo con il contesto e i protagonisti che la ospitano.

Il panorama formativo attuale in Italia non prevede corsi finalizzati a formare una figura professionale di questo tipo, la cui utilità all’interno delle strutture sopracitate è però auspicabile. Soprattutto per quel che concerne l’offerta laboratoriale nella scuola, manca una riflessione che tenti di sistematizzare le caratteristiche e le abilità richieste ad un operatore esterno promotore di un progetto per la scuola.
L’esperto che si formerà all’interno del Master in Linguaggi e tecniche teatrali in educazione potrà quindi agire le sue competenze sia nella quotidianità del proprio lavoro come insegnante, sia nel rendersi risorsa disponibile per una o più istituzioni educative o scolastiche nel favorire l’esperienza teatrale come dimensione sempre più diffusa dell’educare.

Contenuti

  • Pedagogia e teatro in educazione
  • Didattica laboratoriale e linguaggi espressivi
  • Linguaggi e tecniche espressive
  • Metodologie del teatro a scuola.

Note

Durata  17 mesi, a partire da aprile.

Borse di studio e finanziamenti Si prevede lo sconto di € 500,00 sulla seconda rata del contributo di iscrizione per coloro che hanno conseguito l'attestato del Corso di Perfezionamento “Linguaggi e tecniche teatrali in educazione” o “Linguaggi e tecniche teatrali nella scuola” attivato dall’Università degli Studi di Milano-Bicocca.

Richiedi opinioni o scrivi la tua esperienza

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *