MASTER IN EDUCAZIONE ALIMENTARE: FORMAZIONE E DIDATTICA PER UN’EDUCAZIONE ALIMENTARE ECO-CONSAPEVOLE
Università degli Studi di Bari "Aldo Moro"
Città Bari
Costo 2200 €
Durata 12 Mesi
Stage NO

Il Master in Educazione alimentare: formazione e didattica per un’educazione alimentare eco-consapevole è un master di I livello promosso dal Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia, Comunicazione dell’Università degli Studi di Bari.

Obiettivi
Il master intende fornire competenze specifiche nel campo dell’educazione a una corretta alimentazione, strettamente connessa al rispetto delle risorse ambientali e attenta al territorio, supportandole con le indispensabili conoscenze di base (fondamenti culturali, umanistici e scientifici).
Si propone di rispondere in tal modo alla crescente domanda di competenze qualificate nel campo dell’educazione alimentare, in una prospettiva aperta alle problematiche ecologiche, formando una figura dal profilo professionale spendibile sia nell’ambito dell’istituzione scolastica, sia nell’ambito dei settori produttivi e professionali legati in vario modo all’alimentazione.

Destinatari

  • LAUREE ANTE D.M. 509: Tutti i corsi
  • DIPLOMA UNIVERSITARIO DI DURATA TRIENNALE: Tutti i corsi
  • CLASSI DELLE LAUREE TRIENNALI: Tutte le classi
  • CLASSI DELLE LAUREE SPECIALISTICHE D.M. 509: Tutte le classi
  • CLASSI DELLE LAUREE MAGISTRALI D.M. 270: Tutte le classi

Requisiti preferenziali per l’ammissione:

  • Pubblicazioni su argomenti attinenti le problematiche alimentari: da 2 a 5 punti;
  • Voto di laurea: fino a 100/110 = punti 1; da 101/110 a 106/110 = punti 2; da 107/110 a 109/110 = punti 3; 110/110 = punti 4; 110 con lode = punti 5;
  • Documentazione che attesti la comprovata esperienza di didattica teorico-pratica nel settore dell’alimentazione = fino a un max di 5 punti.

Sbocchi occupazionali
Il Master in Educazione alimentare forma figure professionali con le adeguate conoscenze pedagogico-didattiche, la competenza e l’aggiornamento necessari per operare al meglio presso strutture pubbliche e private nelle quali la gestione della nutrizione di gruppi o comunità di persone richieda un controllo attento dell’alimentazione e delle sue conseguenze.
In particolare, il master è rivolto alla formazione di quadri dirigenti e operativi nella scuola di ogni ordine a grado rispetto alla domanda, sempre più pressante, di una corretta educazione alimentare, nel rispetto dell’ambiente. Tale formazione è in linea col progetto ministeriale “Cibo & Scuola”, che prevede la formazione specifica di insegnanti, nell’ambito dei “Piani di educazione scolastica alimentare”.
Appare prioritaria, infatti, l’esigenza di fornire agli insegnanti degli strumenti efficaci per intervenire in modo sempre più competente e qualificato, con una didattica che consenta di chiarire il perché delle scelte alimentari, mettendo in guardia gli alunni rispetto ai molteplici fattori di rischio correlati alla non corretta nutrizione e identificando delle strategie che consentano loro di resistere alle pressioni sociali e mediatiche che li indirizzano a preferenze alimentari errate. La prospettiva è quella di creare, attraverso la prevenzione, condizioni più favorevoli a scelte di vita salutari, nel rispetto dell’ambiente, facendo leva sull’informazione, sulla sensibilizzazione, sull’approfondimento culturale e scientifico e su specifiche iniziative che coinvolgano attivamente gli alunni. La frequenza del Master e il conseguimento dell’attestato finale potrà costituire titolo valido ai fini della valutazione dei titoli della terza fascia delle graduatorie a esaurimento del personale docente ed educativo delle scuole ed istituti di ogni ordine e grado.
Il master intende rispondere alla crescente domanda di competenze qualificate nel campo dell’educazione alimentare, in una prospettiva aperta alle problematiche ecologiche.
È ormai chiaro a tutti che una realtà cosi fondamentale per la vita stessa, quale l’alimentazione, è inserita in una rete di rapporti complessi che la costituiscono come fatto culturale, forma di linguaggio, segno, in cui storia privata dell’individuo, dinamiche sociali, fattori economici e rapporto col territorio si intrecciano costantemente e rimandano a significati simbolici profondi e a scelte che investono la sfera più latamente etica e politica. Fondamentale è dunque, l’acquisizione dei molteplici valori legati al mondo alimentare, nella consapevolezza della sua importanza per la crescita culturale e umana dell’individuo, ma anche come strumento di comunicazione interpersonale e interculturale, per la promozione di dinamiche di incontro, condivisione, integrazione, tanto più indispensabili in una società che si avvia a diventare sempre più multietnica.
Questa problematica è strettamente connessa alla consapevolezza della necessità di salvaguardare l’ambiente e la sua biodiversità, unica strada possibile per promuovere e mantenere uno stato di benessere duraturo per l’umanità. Fortissimo, infatti, è lo stretto legame fra alimentazione e sostenibilità, gastronomia e nuovo umanesimo, buono e bene; non a caso le scelte più vantaggiose dal punto di vista economico – stagionalità, km. Zero,rapporto col territorio e valorizzazione delle tradizioni locali, difesa delle risorse ambientali – rispondono a una filosofia di vita più giusta e a misura umana.
Instaurare un rapporto corretto e soddisfacente con il cibo e le sue modalità di assunzione è diventata, negli ultimi decenni, una necessità sempre più sentita, quando non una vera e propria emergenza, soprattutto per il mondo giovanile, più esposto ai rischi di una massiva omologazione e al fascino di modelli distorti: l’obesità, e gli altri disturbi del comportamento alimentare-anoressia, bulimia, alcoolismo- si sono diffusi in modo esponenziale proprio fra i più giovani; saper mangiare sarà una delle sfide più impegnative dei prossimi decenni, soprattutto per le nuove generazioni. In questa linea si muove l’imponente progetto ministeriale “Cibo & Scuola”, avviato nel 2009, in vista dell’Expo 2015 che avrà come tema centrale “Nutrire il Pianeta, Energia per la vita”.

Note

Durata Annuale - 1.500 ore. Frequenza obbligatoria: 80% Costo € 2.200,00 (€ 1.100,00 prima rata da versare all'atto dell'iscrizione - € 1.100,00 seconda rata da versare al momento della presentazione della domanda per sostenere l'esame finale - € 4,13 contributo assicurativo). Borse di studio e finanziamenti Sono pervenuti contributi a copertura delle tasse di iscrizione di € 1.100,00 dalle aziende Divella (€ 8.800,00), Granoro (€2.200,00) e Tormaresca (€ 1.100,00) che sono stati assegnati in base a graduatoria.

Richiedi opinioni o scrivi la tua esperienza (Disclaimer: Opinioni Master declina qualsiasi responsabilità per le dichiarazioni rilasciate)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *