MASTER IN INGEGNERIA CHIMICA DELLA DEPURAZIONE DELLE ACQUE E DELLE ENERGIE RINNOVABILI
Università "Ca' Foscari" di Venezia
Città Treviso
Costo 1500 €
Durata 11 Mesi
Stage SI

Il Master di II livello in “Ingegneria Chimica della depurazione delle acque e delle energie rinnovabili” nasce nell’ a.a. 2003/2004 con l’obiettivo di formare un professionista esperto nel trattamento industriale delle acque e nell’utilizzo delle risorse rinnovabili in grado di operare in posizioni di responsabilità nelle strutture pubbliche e private, quali società di servizi ambientali, enti di controllo, amministrazioni locali che operano nel settore del trattamento di acque reflue, fanghi e/o biomasse, aziende private e di produzione. Grazie al successo dell’iniziativa promossa dagli Atenei di Verona, Venezia, Padova, Udine, Trieste, Ancona e Bologna, e supportato dalla Regione Friuli Venezia Giulia, il Master si ripropone per una nuova edizione. Il piano didattico è rimodulato e riadattato alle richieste di mercato ed alle esigenze degli studenti emerse nel corso dei cinque anni di attività, ampliandone le tematiche trattate ed inserendo nuovi ed importanti aspetti relativi alle energie rinnovabili. Oltre alla qualità della didattica (media di 3,5 punti su 4 secondo le valutazioni degli studenti), il Master si distingue anche per la sede: le lezioni infatti si svolgono presso l’impianto di depurazione di Treviso, dove sono allestiti un ampio laboratorio di analisi chimiche ed un’area sperimentale con impianti pilota per il trattamento di acque reflue e di matrici organiche.

Il livello scientifico del Master in Ingegneria chimica della depurazione delle acque e delle energie rinnovabili è garantito da un Comitato Scientifico, parte integrante del corpo docente, composto da rappresentanti dei 7 Atenei consorziati. Con riferimento alle aree ISI di Chemical Engineering ed Environemtal Engineering, i docenti del Comitato Scientifico presentano un valore mediano di H index pari a 13,5.
Inoltre, dall’ Anno Accademico 2011-2012 il Master vede l’entrata nell’assetto societario di importanti aziende ed enti del settore quali AATO Veneto Orientale, Acegas-Aps, AGSM, ATS, Acque Vicentine, CADF, CAFC, Confindustria Udine, che parteciperanno in modo attivo alla didattica del corso mediante l’organizzazione di workshop (due giornate, due volte al mese) in cui verranno affrontate tematiche specifiche, supportate da visite guidate negli impianti gestiti dalle stesse aziende.
La Direzione del Master e la relativa gestione amministrativa e contabile hanno sede presso l’Università degli Studi di Verona, Dipartimento Scientifico e Tecnologico, Strada Le Grazie 15-37134 Verona. Il Corso è dotato di un Comitato Scientifico, il quale sovrintende all’organizzazione dei corsi ed ha funzioni di monitoraggio sul suo regolare funzionamento.

Destinatari
Possono accedere al Master Universitario di II livello in “Ingegneria Chimica della Depurazione delle Acque e delle Energie Rinnovabili” coloro che sono in possesso della laurea quinquennale in discipline scientifiche ante-riforma D.M. 509/99 nonché i laureati delle classi delle lauree magistrali in discipline scientifiche. Il Comitato Scientifico valuterà i curricula dei candidati e redigerà una graduatoria di ammissione.

Sbocchi occupazionali
Il Master si propone di formare un professionista esperto nel trattamento industriale delle acque e delle risorse rinnovabili in grado di operare in posizioni di responsabilità nelle strutture pubbliche e private, quali società di servizi ambientali, enti di controllo, amministrazioni locali che operano nel settore del trattamento di acque reflue e fanghi/biomasse, aziende private e di produzione. L’esperto acquisirà le conoscenze tecnico- scientifiche, giuridiche e manageriali, necessarie per consentirgli di affrontare la progettazione, la gestione, il controllo e l’analisi di tutte le fasi della filiera di trattamento delle acque al fine di rintracciarne gli elementi di rischio, introdurre innovazioni in grado di abbassarne l’impatto ambientale nonché di ottimizzare il ciclo di trattamento.

Contenuti
Il Master in Ingegneria chimica della depurazione delle acque e delle energie rinnovabili è così articolato:

1. Attività formative di base
Reattori e impianti biochimici, fondamenti di impianti biochimici industriali, la progettazione nei reattori reali, introduzione al dimensionamento di massima di linee idrauliche, metodologie chimiche di analisi e analisi strumentale, caratterizzazione delle acque e metodologie di caratterizzazione, elementi di dinamica e di controllo delle apparecchiature di processo, legislazione ambientale, microbiologia dei trattamenti biologici, elaborazione statistica dei dati sperimentali, il tutto trattato su base applicativa dando ampio spazio alle esercitazioni, e strettamente indirizzato verso l’ingegneria ambientale e delle risorse rinnovabili.

2. Attività caratterizzanti acqua/energia
Processi depurativi in linea acque ed in linea fanghi, la depurazione dei reflui extrafognari, aspetti integrativi e di supporto alla depurazione, aspetti ambientali e di sicurezza, i processi di produzione energetica da biomasse, aspetti integrativi e di supporto.

3. Attività laboratori analitici e di progettazione
Esercitazioni di processi unitari biologici e progettazione di sistemi per il trattamento biologico delle acque reflue e di fanghi e matrici putrescibili, progettazione esecutiva, analisi chimiche, test per la funzionalità dell’impianto.

4. Attività seminariale
Inserimento architettonico delle opere, la valutazione di impatto ambientale per gli impianti di depurazione, utilizzo di GIS per applicazioni geologiche, sistemi naturali ed estensivi di trattamento acque, sistemi termici per il trattamento dei fanghi, applicazioni di processi a membrana, ottimizzazione economica della gestione di impianti di depurazione, uso di bioindicatori per la valutazione dei corpi idrici ricettori.
La parte di insegnamenti frontali è coadiuvata già dopo le prime settimane di corso da laboratori analitici e di progettazione, consentendo così un riscontro immediato delle nozioni trasmesse. Al termine di ogni modulo (formazione di base, formazione avanzata, laboratori) verrà eseguita una verifica delle conoscenze acquisite.
Al termine del Master in Ingegneria chimica verrà eseguita una prova orale finale che darà luogo al giudizio positivo, eventualmente con merito, o negativo. In caso di giudizio negativo è possibile ripetere la prova finale una sola volta.

Note

Durata 11 mesi, da gennaio a novembre. Il Master, di durata annuale, si articola su un totale di 1500 ore e prevede l’attribuzione di 60 crediti formativi; la frequenza al corso è obbligatoria. Il corso si articolerà in:

  • 600 ore in aula e laboratorio (4 mesi)
  • 600 ore dedicate allo studio
  • 300 ore di stage (4 mesi – giugno/settembre)

Una opinione su “MASTER IN INGEGNERIA CHIMICA DELLA DEPURAZIONE DELLE ACQUE E DELLE ENERGIE RINNOVABILI”

  1. Roberto Di Nizio ha detto:

    Vorrei averre opinioni su questo master, grazie!

Richiedi opinioni o scrivi la tua esperienza (Disclaimer: Opinioni Master declina qualsiasi responsabilità per le dichiarazioni rilasciate)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *