MASTER IN SCIENZE DELLA PREVENZIONE PRIMARIA E FORMATIVO-FORENSI PER L’INFANZIA E L’ADOLESCENZA
Università degli Studi "Roma Tre"
Città Roma
Costo 2800 €
Durata 10 Mesi
Stage SI

Presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma Tre è attivata la nuova edizione del Master di II livello in Scienze della Prevenzione primaria e formativo-forensi per l’Infanzia e l’Adolescenza diretto dal prof. Matteo Villanova.

Obiettivi
Obiettivo del presente Master in Scienze della prevenzione primaria è colmare, promuovendone l’ eccellenza formativa, la lacuna esistente fra le Scienze puramente cliniche (neuropsichiatriche e neuropsiologiche), quelle educativo-pedagogiche e quelle psicopatologico-forensi e criminologiche riguardanti l’ età evolutiva, nella prospettiva di attuazionedi una formazione continua e trasversale, fornendo all’ Educatore ed alle altre figure professionali interagenti sinergicamente nella costruzione della Rete di intervento efficace sul territorio in relazione all’ allarme infanzia ed adolescenza (medici, psicologi, insegnanti, assistenti sociali, Forze dell’ Ordine, giuristi, giornalisti, magistrati, ecc.) validi strumenti professionali scientifico-operativi, di carattere teorico, tecnico, metodologico e deontologico mirati all’ intervento di Prevenzione primaria (riduzione del rischio) in età evolutiva, attraverso la acquisizione della capacità di:

  1. riconoscimento precoce, analisi metodologica e strategica, dei Segnali di allarme (“palepatterns”) individuabili nel corso della parabola di sviluppo evolutivo della Personalità sin dall’ infanzia e dall’ adolescenza in relazione a situazioni di conflitto, disagio, disadattamento, trauma, stigma, danno, abilitazione e riabilitazione (di ordine fisico, psichico, sessuale e della patologia delle cure come da classificazione della “Battered Child and Neglect Syndrome” e rispetto ai rapporti fra età evolutiva e le Agenzie di formazione primaria quali la famiglia, scuola, Culto e mass-media) in comparazione e differenziazione rispetto ai nuclei di patologia evolutiva possibilmente obbiettivabili e di maggior riscontro clinico (Depressione infantile; Ritardo mentale e Disturbi dell’ Apprendimento; ADHD; Disturbi pervasivi dello Sviluppo con le Sindromi autistiche, di Asperger, di Heller, di Rett e le Psicosi infantili), le Sindromi epilettiche ed eventi critici cerebrali non epilettici; le patologie genetiche ed auto-immunitarie;
  2. adeguato approccio globale alla Personalità del bambino e dell’ adolescente da affiancare nella progettazione, costruzione ed attuazione del percorso personalizzato, affiancandolo in sinergia con gli altri Operatori territoriali interagenti e convergenti con l’ Educatore nella costruzione della Rete di intervento territoriale;
  3. realizzazione della Rete di intervento attraverso la conoscenza, la previsione e la facilitazione delle attività degli altri Operatori territoriali (come medici ed in particolare psichiatri, psicoterapeuti, neurologi, neuropsichiatri infantili, pediatri e medici legali oltre che psicologi, assistenti sociali, sociologi, magistrati e legislatori, Operatori sanitari e della sicurezza, insegnanti e pedagogisti) allo scopo di facilitare l’ invio inter-competenza e migliorare il livello di efficienza attraverso l’ ottimizzazione di utilizzo di tutte le risorse disponibili a monte e soprattutto, stimolando la costruzione dei fattori di resilienza nella Personalità in età evolutiva, poi diminuire la necessità di intervento successivo a valle in relazione alla Prevenzione secondaria (riduzione del danno) e terziaria (riduzione delle conseguenze del danno) con notevoli vantaggi etici e di risparmio finanziario sul costo sociale;
  4. sviluppare autonomia di intervento secondo le proprie competenze pur conoscendo quelle di tutti gli altri Operatori, soprattutto attraverso capacità di previsione e decisione e riuscendo, nella visualizzazione globale del percorso personalizzato strategicamente progettato e attraverso il quale viene accompagnata la Personalità dl bambino, dell’ adolescente in fase abilitativa o riabilitativa, con particolare attenzione all’ interazione con il contesto di appartenenza (famiglia, gruppo dei pari, scuola, Culto, mass-media, interculturalità, genitorialità, ecc.) esercitando sistemi di padronanza e di controllo della performances educativo-formativa anche in continuità con i vari momenti del percorso istituzionale ove diventi necessario. Il riferimento è particolarmente attuale nella necessità di intervento precoce ove nuclei di patologia evolutiva osservabili corrano un ulteriore rischio di interagire nella parabola di sviluppo evolutivo della Personalità con il maggior rischio di modificarne la traiettoria in modo prognosticamente peggiorativo, come avviene nei maltrattamenti infantili, nella vittimologia sessuale pedofila e mediatica, nella genitorialità a rischio (affidamento, adozione, infanticidio, figlicidio), nella individuazione etiologica delle condotte a rischio con estrinsecazione dell’ aggressività auto- od etero-rivolta (autolesionismo, suicidio infantile, bullismo, baby-gang, consumo di sostanze, gioco d’ azzardo, precocità sessuale e parafilie emergenti, dissocialità minorile);
  5. acquisire competenza e consapevolezza metodologica nell’ affiancare ed affrontare problemi complessi secondo una epistemologia scientificamente coerente con la metodologia neuropsichiatria dal punto di vista etiologico e dell’ intervento formativo dal punto di vista preventivo-trattamentale ed anche forense ove si rende necessario in un successivo contesto di Prevenzione terziaria (riduzione delle conseguenze del danno) soprattutto nell’ imputabilità del minore, nella testimonianza, nei percorsi strategici personalizzati sinergici pluri-operatoriali da progettare ed affiancare verso una reale riduzione del rischio sociale attraverso una efficace politica preventiva di comprensione ed autorevolezza e giammai di autoritaristica e fallimentare repressione.

La metodologia didattica prevede, oltre alla didattica frontale, ai laboratori, agli stages, ai seminari e alle visite didattiche guidate di istruzione, anche la possibilità di Formazione a distanza on-line .

Destinatari
Il Master in Scienze della prevenzione primaria è riservato ai laureati in possesso di una laurea specialistica o magistrale o di secondo livello o titolo equipollente.

Contenuti
Il Corso è svolto nella modalità didattica mista. Le attività didattiche del Master avranno inizio a gennaio e termineranno entro ottobre.
Il piano didattico del Master prevede le seguenti Attività Formative.

a1) Insegnamenti:

  • Ludoteconomia e Programmazione delle attività e tecniche educative
  • Medicina preventiva e Psicopatologia forense (med\44)
  • Medicina del Lavoro (med\44)
  • Psicopatologia generale (med\25)
  • Criminologia (sps\12)
  • Neuropsichiatria infantile (med\39)
  • Diritto penale (ius\17)
  • Legislazione minorile (ius\09)
  • Pedagogia delle Neuroscienze (m-ped\01)
  • Teoria e Storia del Pensiero Scientifico Moderno e Contemp. (m-fil\06)

a3) Stage di sperimentazione operativa:

  • Reato intrafamigliare ed impatto sul minore superstite
  • Intervento sul rischio mediatico in età evolutiva e pedo-pornografia online
  • PAS, Maltrattamento infantile e reato: errori intervento giudiziario in età evolutiva
  • Panoramica storica dell’intervento rieducativi in età evolutiva
  • Disturbi specifici dell’Apprendimento, Ritardo mentale, violenza intrafamiliare e assistita; ADHD ecc
  • Disturbi specifici dell’Apprendimento, Ritardo mentale; Disturbi pervasivi della Sviluppo; ADHD ecc
  • Intervento sul rischio evolutivo (ADHD ecc)
  • Intervento e Percorsi sul minore Autore e Vittima di Reato
  • Tutela giuridica ed assistenziale del Diritti del Minore
  • Neuropsichiatria Infantile

a4) Altre Attività Formative integrative:

  • Intervento sulla Corporeità e tecniche psico-neuro-endocrino-immunologiche nella prevenzione del burn-out e del mobbing nella relazione d’aiuto in età evolutiva
  • Ritardo mentale in età evolutiva ed intervento precoce integrato: il Metodo Feuerstein
  • Consulenza sul minore vittima di reato: teoria, tecnica, deontologia, etica e metodologia di intervento
  • Prevenzione primaria ed intervento abilitante sulla strutturazione dell’ identità sessuale in età evolutiva
  • Consulenza sul minore Autore di reato: teoria, tecnica, deontologia, etica e metodologia di intervento
  • Prevenzione primaria e Second life in età evolutiva: Games, Manga ed Hentai e percorsi individualizzati su nuclei a rischio evolutivo
  • Prevenzione primaria dell’ età evolutiva ed Agenzie di formazione primaria nella interazione con i Media
  • Etica e conoscenza dell’ attività mediativa nelle realtà interculturali e Rom
  • Psicotraumatologia e meccanismi di svincolo del Super-Io. La Shoa
  • Ipnositerapia, Reve eveillè dirigè, PNL, ecc. ed intervento in età evolutiva

b) Prova finale: consiste in Elaborazione tesi scritta individuale.

Note

Costo La tassa d’iscrizione all’intero Corso di Master è stabilita in Euro 2.800,00. Gli studenti con percentuale di invalidità uguale o superiore al 66% sono esonerati dal pagamento delle tasse del master e sono tenuti esclusivamente al pagamento dell’imposta di bollo e della tassa di diploma. A tal fine dovranno allegare alla domanda di immatricolazione un certificato di invalidità rilasciato dalla struttura sanitaria competente indicante la percentuale riconosciuta.

Richiedi opinioni o scrivi la tua esperienza (Disclaimer: Opinioni Master declina qualsiasi responsabilità per le dichiarazioni rilasciate)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *