MASTER IN SISTEMI GIURIDICI CONTEMPORANEI
Università degli Studi di Roma "Tor Vergata"
Città Roma
Costo 700 €
Durata 24 Mesi
Stage NO

Presso il Dipartimento di Giurisprudenza, in collaborazione con il Centro di Studi Giuridici Latinoamericani (DIC-CNR), è attivato il Master Universitario di II livello in: “Sistemi giuridici contemporanei”.

Obiettivi
Il Master universitario si propone di conferire una preparazione approfondita sui principi e caratteri del sistema giuridico romanistico e sui processi di unificazione del diritto, con particolare riferimento a quei processi di unificazione che si svolgono nel quadro delle integrazioni sovrannazionali in atto, e con particolare attenzione al confronto fra esperienze europee e latinoamericane.
In particolare saranno oggetto di studio:

  1. il sistema del diritto romano nelle diverse età;
  2. i sottosistemi del sistema giuridico romanistico;
  3. il sistema giuridico romanistico e gli altri grandi sistemi giuridici contemporanei;
  4. modelli di integrazione in Europa e in America Latina;
  5. caratteristiche degli ordinamenti giuridici dei paesi del sistema giuridico romanistico, con particolare riferimento agli ordinamenti dei paesi europei e latinoamericani;
  6. i processi di armonizzazione e unificazione del diritto nel sistema giuridico romanistico.

Il Master in Sistemi giuridici contemporanei, a fianco al suo indirizzo principale, prevede altri due indirizzi:

  1. indirizzo in diritto musulmano;
  2. indirizzo in diritto cinese.

Con riferimento all’indirizzo in diritto cinese nel corso del biennio di studio è necessario che i partecipanti acquisiscano sufficiente conoscenza della lingua cinese. Le modalità di realizzazione di questo indirizzo includono un soggiorno di studio a Pechino, le cui spese sono aggiuntive. E’ opportuno un contatto con la Segreteria didattica.

Destinatari
Sono ammessi al Master coloro che siano in possesso di Laurea in Giurisprudenza, Scienze giuridiche di durata almeno quadriennale, di Laurea specialistica in materie giuridiche o di titolo ritenuto equipollente dal Consiglio del Corso.
Possono partecipare al Master coloro che siano in possesso di un titolo di studio, conseguito presso una Università straniera, che sia equipollente, ai sensi dell’art. 332 TU. N. 1592/1933 a quello conseguito presso le Università italiane.
Il numero massimo di partecipanti è stabilito in 30 e il minimo 5.
Le domande in eccesso saranno valutate dal Consiglio del Corso per un eventuale ampliamento del numero degli ammessi.
L’iscrizione al Master è incompatibile con la contemporanea iscrizione ad altri corsi universitari.

Contenuti
L’attività formativa prevede n. 120 CFU, corrispondenti a n. 1500 ore di attività di studio per ogni anno di corso, di cui 375/385 ore di attività didattica cosiddetta frontale, cioè con la presenza di docenti (lezioni tradizionali. Laboratorio guidato, esercitazioni guidate). L’attività formativa del Corso consiste in cicli di lezioni, integrati da conferenze e seminari, compilazione di ricerche bibliografiche, redazione di rapporti, di schemi di articoli di leggi uniformi o altri atti normativi da valere sul piano sovranazionale o internazionale, ecc. L’attività didattica cosiddetta frontale è suddivisa in quattro cicli semestrali di 16 settimane ciascuno, due per ogni anno accademico. Il Corso, a fianco al suo indirizzo principale in Diritto Romano prevede altri due indirizzi:

  1. indirizzo di diritto musulmano;
  2. indirizzo in diritto cinese.

Note

Durata Il Master ha la durata complessiva di 2 anni suddivisi in quattro semestri per ogni anno. Costo La partecipazione è subordinata al versamento annuo di € 700,00 totali. Per coloro che risultino, da idonea documentazione, essere in situazione di handicap con una invalidità riconosciuta pari o superiore al 66% è previsto l’esonero dal contributo di iscrizione e il pagamento di soli € 100,00 per l’intero corso. Gli aventi diritto devono presentare allo sportello della segreteria master, prima dell’immatricolazione, la documentazione che attesta la percentuale di invalidità. Borse di studio e finanziamenti Il Consiglio del Corso potrà deliberare, motivatamente e in casi particolari, la concessione di benefici economici a titolo di copertura totale o parziale della quota di iscrizione. Il Consiglio del Corso può concedere una riduzione del contributo per il primo anno a € 100,00 e per il secondo anno a € 200,00 a favore di titolari di borse di studio concesse dal governo italiano, a loro richiesta e valutate le circostanze.

Richiedi opinioni o scrivi la tua esperienza (Disclaimer: Opinioni Master declina qualsiasi responsabilità per le dichiarazioni rilasciate)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *