MASTER TACI IN TECNOLOGIE AVANZATE DI COMUNICAZIONE INTERATTIVA
Università degli Studi di Roma "Tor Vergata"
Città Roma
Costo 4000 €
Durata 12 Mesi
Stage NO

Presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” è attivato il Master Universitario di I livello in TECNOLOGIE AVANZATE di COMUNICAZIONE INTERATTIVA (TACI – Interaction & Experience Design) nelle due versioni: lingua italiana e lingua inglese.

Le “future vision” che venivano elaborate dalla Apple già a metà degli anni ’80 e che
sembravano appartenere a un mondo fantascientifico, più simile a quello raccontatoci da
“Minority report” che alla quotidianeità di questo inizio di terzo millennio, cominciano oggi a prendere forma e a popolare il nostro universo comunicativo, relazionale ed esperenziale. Dopo qualche decennio di sperimentazione nei laboratori di ricerca militare, industriale e accademica, il paradigma di una comunicazione mediata dalla macchina più naturale e multimodale si sta vieppiù diffondendo e anno dopo anno diventa l’irrinunciabile bagaglio culturale e punto di riferimento per tutti coloro – designer, decision maker, comunicatori, ingegneri, manager, creativi, informatici, ecc … – che sono chiamati a progettare le “architetture” e le “esperienze” del nostro vivere quotidiano e che nel far ciò ridefiniscono gli spazi in cui siamo immersi, gli artefatti che utilizziamo, le modalità di relazionarsi, i codici che adoperiamo, la qualità delle nostre esperienze. La “macchina”, con cui l’ “uomo” è abituato da tempo a interagire, sta diventando sempre più “presente”, nascosta e interconnessa. La sua ubiquità e la sua pervasività – favorite dal prorompente progresso tecnologico che negli ultimi anni ha reso disponibile a costi sempre più accessibili sensori e dispositivi elettronici sempre più piccoli, portabili e indossabili (basti pensare all’evoluzione che hanno avuto il design e le funzionalità dei telefoni cellulari, delle memorie USB e dei riproduttori musicali, dei videogichi approdati al Wii) – unite all’incessante crescita della reticolarità, impalpabilità e “velocità” delle interconnessioni, impone al progettista/designer di spazi fisici, artefatti, servizi ICT, il superamento dei vecchi paradigmi di interazione: se da una parte egli è chiamato, come da tradizione, a progettare interfacce ergonomiche e interazioni “trasparenti”, dall’altra deve affrontare la nuova sfida rappresentata dal design di un dialogo dell’interazione che si dovrà svolgere secondo modalità e paradigmi sempre più naturali e antropomorfi (natural interface), in spazi sempre più sensibili e responsivi (coevolutivi), attraverso dispositivi sempre più indossabili (wearable) e intelligenti, che sempre di più investirà la sfera emotiva e l’interazione sociale e, così facendo, soddisferà i
nostri bisogni e disegnerà le nostre esperienze, nel rispetto di una irrinunciabile sostenibilità ecosistemica.
Si tratta, dunque, di un ambito progettuale di elevati grado di integrazione e complessità, un ambito che richiede, al contempo, specializzazione settoriale (back ground di partenza), interessi interdiscipliari di ampiezza “rinascimentale” (dal “chip” al “mattone”), capacità di lavorare in team e possesso della, così detta, “visione forward”. Tutte caratteristiche che difficilmente si acquisiscono nel corso di un tradizionale percorso di formazione universitaria, sia esso triennale o magistrale (ex specialistica). Per favorire la formazione di una nuova genia di “progettisti” sensibili alla complessità dei contesti, proiettati creativamente verso l’innovazione e il futuro si è resa necessaria l’attivazione di un Master, quale il Master TACI, in grado di fungere da punto di convergenza e di accumulo per i saperi interdisciplinari (architetti, designer, informatici, ingegneri, scienziati dei media, cognitivisti, manager, ecc…). e per i flussi creativi dai quali far sgorgare il design della comunicazione mediata del presente e del futuro.

Obiettivi
Nel far riferimento alla solida tradizione italiana di interdisciplinarietà culturale di stampo rinascimentale, che da Leonardo da Vinci arriva sino ai giorni nostri, il Master in Tecnologie avanzate di comunicazione interattiva (TACI – Interaction & Experience Design) integra, infatti, al suo interno design, cultura del processo, metodologie scientifiche, innovazione tecnologica e si propone di fornire:

  • le metodologie del “problem setting” (analisi, individuazione e comprensione del problema) e del “problem solving” (determinazione di un ventaglio ottimale di soluzioni) in una forma sufficientemente interdisciplinare e flessibile da poter essere riconfigurate per affrontare contesti sempre differenti e la crescente complessità dei sistemi e degli obiettivi con i quali si sarà chiamati in futuro a misurarsi;
  • le capacità di prevedere e rappresentare i futuri scenari della comunicazione mediata dalla macchina ben oltre i bisogni espressi, in un’ottica di accettabilità sociale e di mercato, nonché di compatibilità ecosistemica;
  • la capacità di valutare secondo metodo scientifico i progetti e i prodotti, soprattutto in relazione alla centralità che deve assumere l’uomo nel design e nei processi di comunicazione mediata dalla macchina;
  • le basi conoscitive per operare una prototipazione rapida degli artefatti progettati e per integrare nel progetto e nei prototipi le tecnologie più innovative e “uptodate”;
  • le necessarie competenze ed abilità, nonché un significativo “biglietto da visita” per potersi inserire in contesti progettuali d’avanguardia sia a livello industriale che accademico. Il Master TACI rappresenta inoltre, fattore non trascurabile, un ambito formativo di livello internazionale, rispettoso dei processi di qualità e, in quanto pubblico, dai costi contenuti: un unicum nel suo genere.

Destinatari
Per essere ammessi al Corso è necessario possedere una laurea di primo o secondo livello, o lauree equivalenti del vecchio ordinamento. Hanno precedenza i laureati in Scienza dei Media e della Comunicazione, in Informatica, in Ingegneria, in Design industriale, in Architettura o in lauree affini. L’ammissione al Master con provenienza da altre lauree (incluse i diplomi di accademia di BB.AA. e di Conservatorio) verrà valutata di caso in caso dal Consiglio del Master in base ai curricula e alle motivazioni presentati dai candidati. I candidati in possesso di titolo di studio straniero non preventivamente dichiarato equipollente da parte di una autorità accademica italiana, potranno chiedere al Consiglio del corso il riconoscimento del titolo ai soli limitati fini dell’iscrizione al corso. Il titolo di studio straniero dovrà essere corredato di traduzione ufficiale in lingua italiana o inglese, legalizzazione e dichiarazione di valore a cura delle rappresentanze diplomatiche italiane nel Paese in cui il titolo è stato conseguito.
L’iscrizione al Master è incompatibile con la contemporanea iscrizione ad altri corsi universitari.

Sbocchi occupazionali
L’obiettivo del Master è la formazione di progettisti/prototipatori (Experience&Interaction Designer/Architect) di luoghi, artefatti, servizi e strategie sui quali si baserà le esperienze di comunicazione mediata del prossimo futuro con prospettive di operatività nei settori dell’experience design, dell’ambient intelligence e della domotica, della progettazione di spazi sensibili (luoghi pubblici, musei, ecc…), del design di artefatti “smart” (“physical computing”, “tangible objects”, “active tools”), del “wearable computing” e della “smart fashion”, della progettazione di spazi virtuali e della loro interazione con il mondo reale (spazi ibridi), della telemedicina, dell’automotive, del gaming e dell'”entertainment” interattivo, della progettazione di ambienti sociali collaborativi, di servizi “smart” per la comunicazione wireless, per i cellulari, per la i-TV ecc…

Contenuti
Le lezioni teoriche mireranno a costruire un framework culturale e metodologico-progettuale comune, in un’ottica prospettica che sul medio termine condurrà ad una diffusione di massa della comunicazione mediata dalla macchina naturale e multimodale, dell’ambient intelligence e dell’interazione coevolutiva.
Le esercitazioni teorico-pratiche consentiranno ai corsisti di acquisire le necessarie conoscenze metodologiche di analisi e concepting del progetto dell’interazione, e le conoscenze, anche operative, relative ai canali di maggiore interesse utilizzati nell’ambito della comunicazione mediata, alle più rilevanti modalità di interazione naturale e di comunicazione multimodale, alle più diffuse tecniche progettuali di spazi reali e virtuali sensibili e, infine, ai principali ambiti di interesse applicativo.
Il percorso formativo verrà completato dalla realizzazione di un “project-work” dedicato al design e alla realizzazione prototipale di ambienti-oggetti” sensibili, interfacce e sistemi multimodali per la comunicazione mediata. Per la realizzazione del “project-work”, i corsisti potranno usufruire dell’assistenza e della strumentazione disponibile presso il laboratorio ISIM_Garage dell’Università di Roma Tor Vergata. La seconda fase del “project-work” potrà essere realizzato in collaborazione con Istituzioni, Enti e Aziende coinvolte nel Master sotto forma di stage. Gli stage potranno essere attivati sino a 18 mesi dopo il conseguimento del titolo di Master. Nell’ambito del Master sarà possibile, inoltre, effettuare scambi Erasmus.
Il percorso sarà organizzato nei seguenti macroblocchi:

  1. BASI CULTURALI, PROSPETTIVE DI RICERCA E INNOVAZIONE DELLA COMUNICAZIONE INTERATTIVA
  2. METODOLOGIE DI ANALISI E PROGETTUALI A CONFRONTO
  3. STRUMENTI: CANALI E TECNICHE PER UN’INTERAZIONE NATURALE (Canali di comunicazione: wireless, i-TV, ecc… – Tecniche di interazione naturale I – Tecniche di interazione naturale II – Prototipazione di GUI interattive – Industrial design e prototipazione rapida)
  4. AMBITI DI APPLICAZIONE (Workshop a scelta)
  5. LABORATORIO SPERIMENTALE DI INTERFACCE E SISTEMI INTERATTIVI MULTIMODALI (Project work finale)

Il corsista può richiedere il riconoscimento di crediti pregressi fino ad un massimo di 20. Il riconoscimento, previo presentazione di adeguata documentazione e verifica di congruità con i contenuti formativi del Master, è deliberato dal Consiglio del Master.
La carta dei servizi, maggiori dettagli sul programma, l’elenco dei docenti, le date, ecc… sono accessibili sul sito web del master, http://taci.mifav.uniroma2.it.
L’attività didattica si svolgerà presso la Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e naturali dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”.
L’attività formativa, di mentoring e di tutoring on-line verrà svolta sulla piattaforma “Life” disponibile presso il MIFAV e la Facoltà di Scienze dell’Università di Roma Tor Vergata. L’accesso alla piattaforma e le indicazioni relative al suo funzionamento saranno messe a disposizione dei corsisti ad iscrizione avvenuta.

Note

Durata Il Master ha la durata di UN ANNO accademico e prevede, nel rispetto del processo di Bologna, l’acquisizione di 60 crediti ECTS (European Credits Transfer System). L'inizio del Master è previsto per novembre. La frequenza è obbligatoria per il 65% delle ore erogate in presenza; in caso di non rispetto dell'obbligo di frequenza gli studenti non saranno ammessi a sostenere l'esame finale. Il progetto formativo del Master prevede un totale di 1500 ore, di cui 400 di attività didattica frontale all’interno della quale si svolgeranno lezioni teoriche ed esercitazioni teorico-pratiche, che potranno essere erogate parzialmente on-line per una percentuale non superiore al 30% dell'ammontare totale. Costo La quota di partecipazione al Master per la Versione in lingua italiana è fissata in 4000 €. Per coloro che risultino, da idonea documentazione (da presentare allo sportello della Segreteria dei Master universitari e Corsi di perfezionamento), essere in situazione di handicap con una invalidità riconosciuta pari o superiore al 66% è previsto l’esonero dal contributo di iscrizione e il pagamento di soli Euro 100,00 per l’intero corso. La quota di partecipazione al Master per la versione in lingua inglese è fissata in 6000 €. Per coloro che risultino, da idonea documentazione (da presentare allo sportello della Segreteria dei Master universitari e Corsi di perfezionamento), essere in situazione di handicap con una invalidità riconosciuta pari o superiore al 66% è previsto l’esonero dal contributo di iscrizione e il pagamento di soli Euro 100,00 per l’intero corso.

Richiedi opinioni o scrivi la tua esperienza (Disclaimer: Opinioni Master declina qualsiasi responsabilità per le dichiarazioni rilasciate)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *