MASTER COMINT IN COMUNICAZIONE INTERCULTURALE NEL MONDO DEGLI SCAMBI ECONOMICI, TURISTICI, ACCADEMICI
Università "Ca' Foscari" di Venezia
Città Treviso
Costo 3000 €
Durata 12 Mesi
Stage SI

I processi di internazionalizzazione rendono necessaria non solo la conoscenza di lingue straniere, quanto meno dell’Inglese. Tuttavia, il possesso di una lingua franca garantisce solo una parte della comunicazione, in quanto – pur parlando magari in ottimo Inglese – sorgono comunque problemi di comunicazione reale in termini di:

  • uso della lingua – un comparativo di minoranza (“la procedura A è peggiore di quella B”) in molte culture è sentito come una violenta aggressione (per cui si deve dire “la procedura B non è buona quanto la A”); in alcune culture molto rispettose dello straniero alla domanda che richiede una risposta sì/no si può dare solo la risposta sì, anche se sbagliata e così via;
  • uso dei linguaggi non verbali – : i gesti e le espressioni del viso, che spesso accompagnano il parlato e, in lingue straniere, sostituiscono parole che non si conoscono sono rischiosissimi, perché lo stesso gesto ha significati diversi che spesso divengono offensivi, nelle diverse culture;
  • valori culturali di fondo – che hanno conseguenze comunicative: uso del tempo e dello spazio comune; concetti di famiglia, gruppo, colleghi; fair play; il significato di conoscenza, scuola, università, sapere, docente, test; rilevanza di religione, etnia, razza; la prassi del politically correct e via elencando.

Il Master in Comunicazione Interculturale nel mondo degli scambi economici, turistici, accademici analizza questi problemi in ambito professionale, portando i corsisti sia a diventare consapevoli di questi rischi comunicativi, sia a crearsi uno strumento di interpretazione culturale.

Obiettivi
Il Master si prefigge di raggiungere i seguenti obiettivi formativi e di apprendimento:

  • la comunicazione interculturale ovvero la sensibilizzazione al problema, che spesso non viene neppure notato attribuendo al ‘carattere’ dell’interlocutore gli irrigidimenti, le reazioni, il blocco della comunicazione dovuti a problemi interculturali; in questo modo si viene a definire la nuova figura di esperto necessario nel mondo delle relazioni internazionali per la comprensione di vari aspetti di comunicazione dovute a differenze culturali;
  • la creazione di uno strumento di osservazione che ciascuno può usare per tutta la vita lavorativa per crearsi, autonomamente, il proprio ‘manuale’ di comunicazione interculturale in generale o con specifiche culture. L’esperto formato potrà poi utilizzare gli strumenti forniti per affrontare le diverse realtà lavorative in cui si troverà ad operare e di conseguenza intraprendere delle azioni in grado di eliminare barriere culturali e favorire quindi la comunicazione e la comprensione reciproca;
  • l’acquisizione di competenze specifiche relative ai problemi di comunicazione interculturale con interlocutori provenienti da aree geografiche diverse (Brasile e, più in generale, Sud America, India, Cina, Serbia e slavi meridionali, balcanici, Arabi, altre eventuali aree su cui vi sia domanda sufficiente)

Destinatari
Il Master in Comunicazione interculturale si rivolge a: personale di aziende di import-export e che hanno impianti all’estero; personale di organizzazioni umanitarie ong; personale addetto al turismo; personale docente e amministrativo delle università; neolaureati che intendano operare nelle relazioni internazionali.
Per iscriversi al Master è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  1. Titolo di laurea del previgente ordinamento (ante 509/99) o titolo di laurea triennale del nuovo ordinamento italiano in tutte le Facoltà.
  2. Titolo universitario straniero equivalente con indirizzo conforme
  3. Si consiglia la conoscenza della lingua inglese ad un livello minimo B2 di competenza poiché alcuni materiali di studio forniti potranno essere in lingua inglese.

Sbocchi occupazionali
Il Master prepara ad una nuova figura di “esperto di comunicazione interculturale”; all’interno di istituzioni ed aziende con relazioni internazionali, a dipendenti o consulenti che hanno una particolare formazione nel settore e che si trovano ad affrontare differenti contesti allo scopo di evitare incidenti negli eventi comunicativi.

Contenuti
Il Master è organizzato secondo una logica modulare in modalità blended, in presenza e on line.
Il corso è suddiviso in tre moduli: i primi due, della durata di un mese ciascuno, mirano a far acquisire agli studenti delle competenze di base sulle tematiche principali del Master, il terzo modulo invece è suddiviso in cinque percorsi orientativi specifici, della durata di
un mese ciascuno, e mira a far acquisire agli studenti competenze specifiche circa i problemi interculturali che possono sorgere nella comunicazione con interlocutori provenienti da diverse aree geografiche (Brasile, Brasile e, più in generale, Sud America, India, Cina, Serbia e slavi
meridionali, balcanici, Arabi). Il master si apre con 2 giorni in presenza, in un weekend,
per un totale di 18 ore; prosegue on line per i mesi successivi, e si chiude con 3 giorni in presenza, venerdì-domenica, per un totale di 24 ore.
I metodi e gli strumenti didattici che si prevedono di utilizzare sono: lezioni teoriche, studio di casi, ricerche ed elaborazioni di progetti individuali e di gruppo, apprendimento cooperativo tra pari, simulazioni e action learning, forum in internet.

Note

Durata 12 mesi, a partire da ottobre. Stage Il Master COMINT comprende anche uno stage presso aziende ed enti convenzionati quali alberghi, industrie, associazioni culturali, aziende di produzione turistica e università e la redazione di una tesi finale.

Richiedi opinioni o scrivi la tua esperienza (Disclaimer: Opinioni Master declina qualsiasi responsabilità per le dichiarazioni rilasciate)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *