MASTER IN ADVANCED EPIDEMIOLOGY IN CLINICAL AND GENETIC RESEARCH
Università Cattolica del Sacro Cuore
Città Roma
Costo 9500 €
Durata 12 Mesi
Stage NO

L’Università Cattolica del Sacro Cuore, per iniziativa della Facoltà di Medicina e chirurgia “A. Gemelli”, L.go F. Vito 1, 00168 Roma, istituisce la nuova edizione del Master of Science in “Advanced Epidemiology in clinical and genetic research” di seguito indicato come MADE. Il Master rientra in un progetto che vede la partecipazione di 5 Università Europee ed esattamente:

  • Erasmus University (Rotterdam, Paesi Bassi)
  • Karolinska Institutet (Stoccolma, Svezia)
  • Ludwig-Maximilians-Universität (Monaco, Germania)
  • Universität Bern (Berna, Svizzera)
  • Università Cattolica del Sacro Cuore (Italia).

La sede amministrativa del master è l’Erasmus University (NIVEL) di Rotterdam.
Il progetto è diretto e coordinato dal Prof. dr. A. Hofman, Department of Epidemiology, Erasmus Medisch Centrum, Universiteit Rotterdam, P.O. Box 2040, 3000 CA Rotterdam, the Netherlands (Tel +31 (0)10 7043488; Fax: +31 (0)10 7044657; email: a.hofman@erasmusmc.nl).
Il master MADE ha la durata di 12 mesi per complessivi 60 ECTS. A cura della sede amministrativa del master è avviata la richiesta di finanziamento nell’ambito dei programma Erasmus-Mundus.

Obiettivi
Il Master in Advanced Epidemiology in clinical and genetic research ha lo scopo di formare giovani medici e altri professionisti dell’area sanitaria in materia di epidemiologia genetica e clinica, aumentare le loro competenze medico-scientifiche per renderli competitivi nell’ambito della ricerca medica, clinica e genetica, in continua evoluzione.
Lo studente si dovrà iscrivere presso l’Istituzione coordinatrice del presente programma didattico (NIVEL, Erasmus University Rotterdam).

Destinatari
Il Master è rivolto a Laureati comunitari ed extra-comunitari in possesso della laurea magistrale o a ciclo unico in medicina e chirurgia, biologia, biochimica, farmacia, scienze della nutrizione, e altri corsi del settore sanitario.
Il numero di studenti ammessi al Master universitario è fissato in 15.
Di questi, è previsto che 3/4 studenti, sulla base delle preferenze espresse e delle graduatorie di ammissione, saranno ospitati in Università Cattolica durante il secondo semestre (febbraio – agosto 2013) per svolgere attività di ricerca.
Tali numeri sono stati stabiliti d’accordo con le altre università aderenti al progetto, al fine di garantire l’eccellenza nella qualità dell’offerta formativa.
La selezione è svolta da una Commissione nominata dal Consortium Board delle strutture universitarie partecipanti al progetto.
La Commissione è costituita da un membro di ciascuna università.
La procedura di selezione si svolge in due fasi (sia per i candidati europei, sia per i non europei).
Nella prima fase due membri della commissione effettuano una valutazione preliminare dei candidati dando un peso maggiore ai curricula che avranno un background affine le discipline caratterizzanti il master (epidemiologia clinica e genetica).
Nella seconda fase i candidati preselezionati vengono valutati dall’intera commissione.
La decisione finale è basata sui seguenti criteri: viene assegnato un punteggio elevato agli studenti con una formazione pertinente alle discipline del master, con esperienze di ricerca, pubblicazioni scientifiche all’attivo e una forte motivazione a partecipare al programma MADE.
Le sedi di studio vengono assegnate a seconda delle preferenze in ordine di graduatoria.

Contenuti
Il Master in Advanced Epidemiology è strutturato in due semestri e tre periodi: un periodo iniziale incentrato sull’insegnamento dell’epidemiologia, una fase teorica avanzata e una fase di training in ambito di ricerca. Il programma è bilanciato in termini di crediti assegnati per i corsi e per la ricerca. I primi due periodi costituiscono il primo semestre.

  1. Il primo periodo (agosto-metà ottobre) si tiene all’Erasmus Medical Center e si focalizza sui principi e i metodi della ricerca medica quantitativa.
  2. Il secondo periodo (metà ottobre – febbraio) è costituito da una serie di corsi presso l’Erasmus Medical Center, l’Helsingin Yliopisto e la Ludwig-Maximilians-Universitat. Ciascuna università offre corsi in epidemiologia avanzata, clinica e genetica.
  3. Il terzo periodo, che coincide con il secondo semestre (febbraio – fine luglio) è dedicato alla ricerca. Gli studenti possono svolgere un periodo di training presso ciascuna delle sei università (che non sia la medesima in cui hanno seguito il secondo periodo). In questa fase, gli studenti potranno approfondire le loro conoscenze in uno specifico ambito, e metterle in pratica sviluppando un progetto di ricerca. La struttura del curriculum assicura che gli studenti abbiano l’opportunità di utilizzare le conoscenze acquisite disegnando uno studio, applicando i metodi dell’analisi statistica, discutendo e presentando il loro lavoro nel gruppo di ricerca di cui fanno parte e scrivendo un articolo scientifico.

Per quello che riguarda l’Università Cattolica, gli studenti la frequenteranno durante il secondo semestre. Sono previsti due corsi elettivi nell’ambito del master e gli studenti hanno la possibilità di svolgere un periodo di tirocinio presso la stessa.
Il primo corso elettivo, “Principles and Methods of Health Technology Assessment” (Principi e metodi di Health Technology Assessment) è coordinato dal Prof Ricciardi , in collaborazione con la Dott Boccia, che fornisce 1,4 crediti ECTS è finalizzato a formare gli studenti sull’evoluzione, gli elementi chiave e le applicazioni dell’Health Technology Assessment (HTA), uno strumento in grado di valutare in modo onnicomprensivo le tecnologie sanitarie, come base per il decision-making. Il corso inoltre sarà incentrato sugli elementi necessari a preparare un HTA: epidemiologia, analisi economica, skill manageriali, metodologie sociologiche ed etiche nel campo dell’HTA.
Gli obiettivi del corso sono dunque:

  • fornire agli studenti un background per comprendere l’importanza dell’HTA
  • descrivere le caratteristiche dell’approccio all’HTA
  • definire come e quando applicare l’HTA
  • mostrare le applicazioni dell’epidemiologia e dell’analisi economica all’HTA
  • illustrare esperienze pratiche di HTA

Il secondo corso elettivo, “Ethical e sociocultural issues in Health Technology Assessment & Management and dissemination” (Problematiche etiche e socioculturali nell’Health Technology Assessment & Management e nella sua diffusione) è coordinato dal Prof Marchetti, in collaborazione con il Dott Sacchini e il Dott Dagenais, che fornisce 2,6 crediti ECTS, è finalizzato a definire le modalità con cui le questioni etiche e socioculturali influenzano il decision-making e il policy-making basati sull’HTA, in ambito sanitario. Gli studenti inoltre impareranno le strategie di divulgazione dei risultati dell’HTA in specifici settori. Verranno presentati inoltre i concetti base, gli strumenti analitici e le procedure metodologiche, anche tramite esempi ed esercitazioni pratiche.

Gli obiettivi del corso sono:

  • definire le dimensioni etiche e socioculturali dell’Health Technology
  • revisionare, analizzare e sintetizzare questi aspetti in relazione a una determinata tecnologia
  • discutere i punti di forza e di debolezza di tali revisioni
  • mettere a punto un piano di comunicazione per una specifica tecnologia
  • chiarire i potenziali percorsi di influenza dall’HTA al decision-making e alla pratica clinica.

Per quanto riguarda invece le attività di ricerca, l’Università Cattolica del Sacro Cuore mette a disposizione degli studenti una serie di filoni di ricerca già avviati dall’Istituto di Igiene.

Richiedi opinioni o scrivi la tua esperienza (Disclaimer: Opinioni Master declina qualsiasi responsabilità per le dichiarazioni rilasciate)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *