MASTER IN DIREZIONE DEI LAVORI E DEL CANTIERE DI RESTAURO ARCHITETTONICO E ARCHEOLOGICO
Università degli Studi di Roma "Tor Vergata"
Città Roma
Costo 4000 €
Durata 12 Mesi
Stage NO

Presso il Dipartimento di Ingegneria Civile della Facoltà di Ingegneria di Roma “Tor Vergata”, è attivato il Master universitario di II livello in Direzione dei lavori e del cantiere di restauro architettonico e archeologico, in convenzione con:

  • Soprintendenza Comunale ai Beni Culturali di Roma
  • Istituto Centrale per il Restauro (ICR)
  • Centro Formazione Maestranze Edili (CEFME) del Lazio
  • Ministero Beni e Attività Culturali:
  1. Direzione Generale per l’Architettura e l’Arte Contemporanee (DARC)
  2. Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Lazio
  3. Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici delle Marche – Ancona
  4. Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Abruzzo
  5. Soprintendenza per i Beni Architettonici ed il Paesaggio per il Comune di Roma
  6. Soprintendenza per i Beni Architettonici, per il paesaggio e per il patrimonio storico artistico ed etnoantropologico di Venezia e Laguna
  • Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Servizio Integrato Infrastrutture e Trasporti
  • Associazione Costruttori Edili di Roma (ACER)

Obiettivi
Il Master in Direzione dei lavori e del cantiere di restauro Architettonico e Archeologico si propone di formare la figura di un tecnico capace di organizzare, coordinare e dirigere i lavori in un cantiere di restauro architettonico (sia più minutamente edilizio, sia monumentale, sia di archeologia industriale, sia di giardino storico) e in un cantiere archeologico (di scavo e di conservazione). Occorre chiarire preliminarmente che l’intento non è di formare tecnici atti alla progettazione di un intervento di restauro o di ricognizione archeologica, ma invece si vuole formare un tecnico con caratteristiche eminentemente operative, che tuttavia sia dotato di un
bagaglio di conoscenze teoriche e metodologiche tali da ottimizzare al massimo grado il suo ruolo tecnico e operativo. Allo stato attuale, non esiste una formazione specificamente mirata a questa figura professionale, di tecnico della direzione dei lavori e/o del cantiere; ma nella quasi totalità dei casi, questo ruolo è svolto da un tecnico – ingegnere o architetto – che, attraverso l’esperienza e l’autoformazione, perviene a svolgere questo delicatissimo compito professionale. Il Master ha
quindi come obiettivo quello di fornire strumenti tecnici, conoscitivi e operativi a ingegneri edili, architetti, ingegneri-architetti, siano essi funzionari di soprintendenze o di altri enti preposti alla conservazione, liberi professionisti o tecnici di imprese edilizie private. Il programma di studi proposto è pertanto destinato sia alla formazione di neolaureati, sia all’aggiornamento mirato a questo specifico ruolo di tecnici già operativi presso gli enti preposti alla conservazione e al restauro e presso imprese private. In questa ottica, le discipline che vengono proposte appartengono ad ambiti scientifici e tecnici diversi (giuridici, normativi, chimici, storico-artistici, economici, ecc.) ma tutti concorrenti e fondamentali per il funzionamento e l’esito positivo di un cantiere di restauro o archeologico. Si privilegia pertanto nella formazione di questa figura l’attività concretamente
operativa nei cantieri, che interessa una buona parte delle ore di didattica previste. I cantieri nei quali saranno impegnati i partecipanti al Master sono sia cantieri-scuola messi a disposizione dal C.E.F.M.E. del Lazio, sia veri e propri cantieri di restauro, di archeologia e dei giardini messi a disposizione: dalle Soprintendenze statali e comunali di Roma e del Lazio; dalla Regione Lazio, dalla Provincia di Roma, dal Comune di Roma; dall’ A.C.E.R e da altre associazioni di imprese private; da Comuni e Province che aderiscano al Master.

Destinatari
Per l’ammissione al corso è richiesto il possesso del diploma di laurea specialistica o di laurea magistrale o corso di laurea del vecchio ordinamento o altro titolo ritenuto equipollente dal Consiglio di Facoltà cui il master afferisce, su proposta del Consiglio di Master. Il Master infatti non è esclusivamente riservato ai laureati in Architettura e in Ingegneria. È ammessa l’iscrizione di studenti stranieri comunitari ed extracomunitari residenti in Italia con regolare permesso di soggiorno per motivi di lavoro o di studio. L’iscrizione degli studenti stranieri extracomunitari residenti all’estero è regolata dalle norme vigenti. Ai fini dell’ammissione al Master
universitario, la valutazione dei titoli conseguiti all’estero, sia in paesi della UE che extracomunitari, e della loro equipollenza è decisa dal Consiglio di Facoltà, su proposta del Consiglio di Master, che può eventualmente indicare i titoli predetti nel bando. Ai sensi dell’art. 8, comma 1 del Regolamento didattico di Ateneo, possono essere riconosciute, dal Consiglio di Master attività formative, di perfezionamento e di tirocinio seguite successivamente al conseguimento del titolo di studio che dà accesso al Master universitario e delle quali esista attestazione (ivi compresi insegnamenti attivati nell’ambito di corsi di studio), purché coerenti con le caratteristiche del Master stesso. A tali attività vengono assegnati crediti utili ai fini del
completamento del Master universitario, con corrispondente riduzione del carico formativo dovuto, fino a un massimo di 20 crediti.
L’iscrizione al Master è incompatibile con la contemporanea iscrizione ad altri corsi universitari.

Contenuti
Il corso si svolgerà orientativamente dall’autunno alla primavera per le lezioni teoriche e i sopralluoghi, mentre l’attività pratica in cantiere si svolge nell’intero arco dell’anno accademico, con particolare concentrazione nei mesi soleggiati.
Le attività di esercitazione pratica (laboratori) si svolgono in cinque differenti tipologie di cantiere:

  1. cantiere di restauro architettonico (di edifici antichi, moderni e contemporanei)
  2. cantiere di restauro delle superfici
  3. cantiere archeologico
  4. cantiere di archeologia industriale
  5. cantiere dei giardini

Discipline di studio delle lezioni di ore frontali

  • Organizzazione e gestione del cantiere ICAR/10 6 (60 ore)
  • Legislazione e normative per i cantieri ING-IND/28 4 (40 ore)
  • Struttura e funzionamento degli enti preposti alla conservazione e al restauro IUS/10 1 (16 ore)
  • Prevenzione degli infortuni sul cantiere ING-IND/28 1 (4 ore)
  • Tecnologie degli impianti nel restauro ING-IND/11 2 (12 ore)
  • Illuminazione e coperture temporanee dei cantieri in vista della parziale agibilità esterna INGIND/11 2 (12 ore)
  • Analisi dei prezzi finalizzata alla gestione del cantiere SECS/P/08 1 (8 ore)
  • Geologia operativa ai fini del cantiere GEO/05 1 (12 ore)
  • Soprasuolo e sottosuolo nel cantiere archeologico GEO/05 1 (8 ore)
  • Diagnostica e metodologie della conservazione e restauro dei materiali dell’edilizia antica e storica ICAR/19 2 (20 ore)
  • Materiali e tecniche architettoniche dall’Antico al ‘900 ICAR/18 4 (40 ore)
  • Chimica applicata al restauro CHIM/12 1 (12 ore)
  • Analisi diretta e rilievo critico di parti degli edifici storici ICAR/17 2 (24 ore)
  • Storia e teoria del restauro ICAR/19 3 (28 ore)
  • Teorie e storia dello scavo archeologico L.Ant./10 3 (32 ore)

Seminari

  • Sistemi di esecuzione delle opere pubbliche; forme e tipologie d’impresa ING-IND/28 1 (12 ore)
  • Problemi statici delle strutture murarie e cementizie degli edifici ICAR/09 2 (16 ore)
  • Tecnologie informatiche applicate agli interventi di restauro ICAR/17 1 (12 ore)
  • Metodologia della ricerca storica ICAR/18 1 (8 ore)
  • Storia e analisi delle architetture: i casi studio ICAR/18 2 (24 ore)

I partecipanti al Master dovranno redigere un personale Giornale del Master, nel quale elaborino criticamente i contenuti dell’attività didattica, nelle sue diverse articolazioni. Il Giornale, che sarà costituito da parti scritte e grafiche (anche digitali) sarà oggetto di periodiche verifiche da parte del corpo docente e di discussioni seminariali collettive. Inoltre alla fine di ogni corso è prevista una
prova di verifica del profitto, con relativa valutazione espressa in trentesimi. I partecipanti saranno ammessi alla prova finale dopo aver consegnato il Giornale del Master, che verrà discusso con la commissione; il candidato dovrà svolgere una relazione sotto forma di pubblica conferenza relativa a una delle esperienze di cantiere sostenute, della quale dovrà consegnare il testo scritto e corredato
di eventuali grafici. La votazione della prova finale è espressa in centodecimi con eventuale menzione di lode, il voto minimo per il superamento della prova è 66/110.

Note

Durata La durata del master è di un anno accademico. L’attività formativa corrisponde alle modalità previste dall’art. 7 del D.M. 509/99, e prevede 60 crediti formativi, pari a 1500 ore, di cui 400 ore di attività didattica frontale. Le attività del Master si svolgono per un totale di 1500 ore, orientativamente distribuite in:

  • 400 ore frontali
  • 350 ore lavoro operativo in cantiere,
  • 750 ore lavoro a casa
Costo L'importo della quota di iscrizione è fissato in Euro 4000,00. Per coloro che risultino, da idonea documentazione, essere in situazione di handicap con una invalidità riconosciuta pari o superiore al 66% è previsto l’esonero dal contributo di iscrizione e il pagamento di soli 100 € per l’intero corso. Coloro che avranno ottenuto il diploma di Master e desiderino ritirare la pergamena potranno inoltrare richiesta allegando quietanza del bollettino di pagamento del contributo di euro 100,00 comprensive delle marche da bollo (salvo modifiche deliberate dal C.d.A.). Il bollettino di pagamento è disponibile collegandosi al sito http://www2.uniroma2.it alla voce “L’amministrazione”, quindi selezionare “Stampa Pergamene” e stampare il modulo di pagamento dagli “allegati al contenuto”. L’istanza per il rilascio della pergamena e la ricevuta di pagamento dovranno essere consegnate o spedite tramite raccomandata con ricevuta di ritorno indirizzata a: Segreteria Corsi di Perfezionamento e Master universitari – Via Orazio Raimondo 18 – 00173 ROMA.

Richiedi opinioni o scrivi la tua esperienza

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *