MASTER IN DIRITTO DEL LAVORO
Università "Ca' Foscari" di Venezia
Città Venezia
Costo 3500 €
Durata 11 Mesi
Stage SI

Il Master di I livello in Diritto del lavoro è realizzato dall’Università Ca’ Foscari Venezia in collaborazione con Umana Spa per soddisfare la richiesta di competenze professionali altamente qualificate nella gestione delle problematiche legate alle materie del lavoro. Il Master si propone la formazione di esperti in diritto del lavoro, con una prevalente competenza di carattere giuridico ma con profili qualificatori e formativi legati alle relazioni industriali nonché all’amministrazione e gestione del personale.

Queste figure professionali sapranno muoversi agevolmente nell’ambito di un sistema in continua evoluzione proponendosi come interpreti dei temi e dei problemi del lavoro in chiave multidisciplinare e di comparazione nel contesto del diritto nazionale, comunitario e internazionale.
Alla luce di questi obiettivi formativi è stato attivato un importante accordo di collaborazione con il Master in diritto sociale de l’UFR de Droit et de sciences politiques dell’Université Paris Ouest Nanterre La Défense per l’organizzazione di seminari internazionali e programmi di ricerca congiunti.

Destinatari
Per iscriversi al Master è necessario essere in possesso di una laurea triennale, di un diploma universitario o di una laurea del vecchio ordinamento (ante D.M. 509/99) in discipline quali giurisprudenza, economia e scienze politiche. Potranno essere ammessi anche candidati in possesso di altri titoli, secondo il giudizio del Collegio dei docenti, sempre nel rispetto della normativa vigente.

Sbocchi occupazionali
L’esperto in diritto del lavoro sarà in grado di:

  • gestire le controversie di lavoro, sia giudizialmente – se anche avvocato – che stragiudizialmente;
  • stabilire una politica di sviluppo e gestione delle risorse umane, con piena conoscenza dei problemi giuridici in materia di lavoro;
  • rapportarsi con le organizzazioni dei lavoratori, le associazioni di categoria, gli enti e le istituzioni legate al mondo del lavoro (Inps, Inail, Direzioni Provinciali e Regionali del Lavoro, etc.).

Contenuti
Il Master si pone quale momento di alta formazione per tutti coloro che, nell’ambito degli studi giuridici, economici e aziendali intendono specializzarsi in una materia di sicuro interesse che offre ottime prospettive occupazionali, sia nelle imprese private che nelle amministrazioni pubbliche.
Ciò vale in specie in un contesto territoriale, come quello del Nord-est, dove si trovano ad operare realtà aziendali medie, piccole e piccolissime, che richiedono da un lato figure professionali esterne, di consulenza e collaborazione nell’amministrazione del personale, dall’altro – nell’ambito delle imprese maggiori – figure da inserire stabilmente nel proprio organico già pronte, per competenza e conoscenze, a un’integrazione immediata nelle attività aziendali.
Il corso si articola in diversi moduli sviluppati con:

  • attività didattiche in aula (lezioni)
  • seminari e convegni
  • esercitazioni pratiche

tenuti da:

  • professori universitari
  • professionisti (avvocati, consulenti del lavoro, commercialisti)
  • manager pubblici e privati
  • esperti del sindacato, delle associazioni datoriali, di istituzioni pubbliche e private.

La didattica del Master di I livello in Diritto del Lavoro si articola in 8 moduli:

  • Impresa, lavoro e gestione delle risorse umane – Il modulo intende fornire un quadro delle conoscenze di base per la gestione delle risorse umane, dedicando alcuni approfondimenti a temi emergenti (libro unico del lavoro, novità sui temi della consulenza del lavoro, ecc.
  • Le fonti del diritto del lavoro – Il modulo analizza le fonti di produzione del diritto del lavoro con riferimento sia alla normativa legale (interna e comunitaria) sia con riferimento alla fonte contrattuale collettiva.
  • Diritto sindacale e delle relazioni industriali – Le materie sindacali trovano nel modulo completo svolgimento, con approfondimenti dedicati ai problemi emergenti della contrattazione collettiva.
  • Diritto del lavoro – Il modulo che affronta in tutti i temi legati al mercato e al rapporto di lavoro è stato, a sua volta, suddiviso in 7 sotto-moduli:
  1. Il mercato del lavoro: processi di raccordo domanda e offerta affronta in modo ampio e sistematico il tema della regolazione del mercato, nel suo complesso scenario di attori e competenze pubbliche/private così come ridisegnate dalla riforma Biagi del 2003.
  2. Il contratto di lavoro subordinato affronta tutti i principali profili del contratto e del rapporto di lavoro subordinato (costituzione, svolgimento, cessazione).
  3. Il lavoro autonomo affronta i temi dell’autonomia, della parasubordinazione e delle collaborazioni a progetto, senza tralasciare approfondimenti tematici di grande attualità come il contratto di agenzia e le forme di prestazione di lavoro nei rapporti associativi.
  4. Il lavoro alle dipendenze della pubblica amministrazione che, data la perdurante specificità del lavoro nelle P.A., affronta i principali aspetti che caratterizzano il diritto del lavoro e il diritto sindacale negli enti pubblici con particolare riferimento agli Enti Locali.
  5. Le tipologie contrattuali approfondisce le principali forme di lavoro flessibile oltre a temi collegati alla scomposizione dell’impresa, all’appalto, ai divieti di intermediazione che rappresentano ulteriori momenti di flessibilizzazione del rapporto di lavoro.
  6. Il lavoro degli immigrati si caratterizza per un approccio spiccatamente pratico-applicativo, affronta il tema con riferimenti alle problematiche non solo giuslavoristiche ma anche di diritto pubblico legate al controllo dei flussi migratori e al recente reato della clandestinità.
  7. Il processo del lavoro fornisce le conoscenze di base del diritto processuale del lavoro utili anche ai non avvocati per gli aspetti legati alla soluzione extragiudiziale delle controversie.
  8. Diritto comunitario e comparato del lavoro, fornisce una preparazione di base in materia comunitaria ed internazionale nonché occasione di approfondimento di tematiche di particolare rilievo pratico (normativa applicabile ai rapporti di lavoro espatriot, ai dipendenti di aziende che operano in Paesi UE, ecc.).
  • Diritto della previdenza e della sicurezza sociale – che partendo dai temi della sicurezza sui luoghi di lavoro, il modulo affronta le problematiche legate a welfare e previdenza, anche in chiave comunitaria, con approfondimenti in materia di mobbing e danno non patrimoniale.
  • Informatica giuridica e gestionale – fornisce competenze pratiche ed applicative legate alla ricerca, alla gestione e al trattamento dei dati personali.
  • Case Studies

Ai 7 moduli sopraindicati si affianca un modulo concepito per l’approfondimento di casi pratici e di situazioni simulate. Gli alunni vengono guidati da un professionista (avvocato o consulente del lavoro, dirigente pubblico o privato, consulente esperto) e suddivisi in gruppi di lavoro interattivi. Finalità del modulo è sviluppare capacità di problem solving e attitudine alle prassi giudiziarie, sindacali e di amministrazione e gestione del personale.

Note

Durata 11 mesi, da novembre ad ottobre Stage Sono previste inoltre 250 ore da dedicare ad attività di stage e tirocinio. Borse di studio e finanziamenti Almeno 3 borse di studio, a parziale copertura delle spese di iscrizione, sulla base di prove di verifica intermedie

5 opinioni su “MASTER IN DIRITTO DEL LAVORO”

  1. Luigi ha detto:

    lo sconsiglio vivamente

  2. Sara ha detto:

    Il diritto del lavoro di per sé riesce ad appassionare perché è una materia complessa, interessante ed in continua evoluzione. Il master di diritto del lavoro della Cà Foscari tratta tutte le aree del diritto del lavoro italiano.

    Questo master, però, data la disorganizzazione di contenuto e logistica, NON aiuta gli studenti a crearsi una visione chiara della materia. Ma crea confusione.

    – Le lezioni vengono spostate/annullate dalla sera al mattino;
    – Le comunicazioni “ufficiali” viaggiano su email;
    – Le regole delle prove intermedie vengono cambiate a prova conclusa;
    – Non si affannano minimamente per trovarti lo stage;
    – E’ meglio che lo stage te lo trovi autonomamente;
    – L’approccio di chi organizza il master è tutt’altro che cortese;
    – Qualcuno considera gli studenti dei “debosciati”;
    – Docente che firma il registro ma che non ha tenuto neppure una lezione;
    – I contenuti non vengono trattati secondo un filo logico, ma a caso in base alla disponibilità dei docenti.

    Il master costa €3.500, a mio avviso, non né vale neanche €500.
    Consiglio, vivamente, di investire i vostri soldini in qualcosa di più serio.

    Buona fortuna.

    1. Federico ha detto:

      Dunque questo master è così orribile e gestito male che non serve proprio a nulla? Pensavo di frequentarlo dall’anno prossimo (se riesco a superare le selezioni) per specializzarmi dato che ho una laurea triennale in scienze umanistiche.
      Il diritto del lavoro ultimamente mi sta appassionando oltre al fatto che è abbastanza richiesto nel mercato del lavoro.
      So comunque che lo fanno anche a Bologna.

  3. claudio ha detto:

    disorganizzato.

  4. enrico ha detto:

    Confermo che lo stage bisogna trovarselo in autonomia.

Richiedi opinioni o scrivi la tua esperienza (Disclaimer: Opinioni Master declina qualsiasi responsabilità per le dichiarazioni rilasciate)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *