MASTER IN INGEGNERIA DELL’ACQUA PER USO POTABILE CIVILE E INDUSTRIALE
Politecnico di Torino
Città Torino
Costo 1500 €
Durata 12 Mesi
Stage SI

Il Master di II livello in Ingegneria dell’acqua per uso potabile civile e industriale ha l’obiettivo di formare attraverso le lezioni in aula e il tirocinio futuri esperti su temi specifici che riguardano la gestione del ciclo idrico integrato (captazione-regolazione-distribuzione dell’acqua, drenaggio-collettamento-depurazione dei reflui), che generalmente non vengono affrontati nei regolari corsi di ingegneria.

In particolare una sezione del master sarà dedicata all’inquinamento delle acque per uso alimentazione umana e animale e per uso industriale nella filiera produttiva alimentare.
Una particolare attenzione sarà rivolta allo studio della presenza di particolari metalli nelle acque (alluminio, arsenico, uranio, mercurio, piombo, ecc.) perché dalla ricerca scientifica, soprattutto sanitaria, stanno emergendo correlazioni tra concentrazioni di tali sostanze nell’acqua destinata al consumo umano e malattie dell’organismo; caso tipico è la correlazione tra l’alluminio e l’Alzheimer.
Poiché il settore delle acque minerali e delle acque in bottiglia è in crescita per il suo fatturato e in continua evoluzione per la ricerca, verrà dedicato un particolare approfondimento alla sua disciplina speciale. Verrà fornito un inquadramento sulle norme concernenti la qualità delle acque, sulla classificazione delle acque nella ricerca di nuove fonti e sul monitoraggio qualitativo gestionale.
Verranno altresì trattati i materiali per bottiglie e il loro riflesso sull’ambiente di un corretto e compatibile smaltimento e i materiali per i grandi contenitori di accumulo e per le tubazioni.
In ultimo verrà fornita una comparazione tra la disciplina sulla qualità dell’acqua destinata al consumo umano distribuita da acquedotto e quella sulle acque minerali e sulle acque in bottiglia.
La formazione ingegneristica e di analisi chimica e microbiologica sarà affiancata con nozioni di legislazione sulle acque, con riferimento al quadro internazionale, nazionale e regionale, e completata con nozioni di economia applicata alla pianificazione dell’uso della risorsa e alla gestione finanziaria.

Destinatari
Il Master in Ingegneria dell’acqua per uso potabile civile e industriale è rivolto ai possessori di laurea specialistica/magistrale (o quinquennale del vecchio ordinamento) nelle seguenti classi di laurea:

  • Chimica
  • Chimica industriale
  • Ingegneria per l’Ambiente e il territorio
  • Ingegneria Chimica
  • Ingegneria Civile
  • Scienze geologiche

I candidati non dovranno risultare immatricolati contemporaneamente ad altri corsi universitari (Laurea Specialistica/Magistrale, Dottorato di ricerca, ecc..). Chi risultasse iscritto ad un altro corso, dovrà assicurarsi, nel caso risultasse selezionato, di poter concludere o sospendere la carriera prima dell’immatricolazione al master.
Sono ammessi laureati all’estero in possesso di titoli equivalenti.
La Commissione Didattica del Master potrà ammettere l’iscrizione anche di studenti in possesso di titoli di studio diversi da quelli indicati, in caso dimostrino di possedere la preparazione scientifica e culturale necessaria per frequentare con profitto gli insegnamenti del Master.
I candidati verranno sottoposti a:

  1. valutazione del curriculum e colloquio motivazionale ed orientativo;
  2. test per la verifica delle competenze informatiche di base (saranno eventualmente esentati, su valutazione della commissione, i candidati in possesso di certificazione di competenze in ambito ICT).

La conoscenza della lingua italiana, parlata e scritta, per gli studenti stranieri, è requisito indispensabile per l’ammissione al Master e deve essere attestata o sarà valutata in sede di colloquio.

Sbocchi occupazionali
Il profilo professionale atteso si configura come estremamente innovativo nel campo della gestione dell’acqua per uso civile e industriale nella filiera produttiva alimentare e nel settore delle acque minerali e di quelle in bottiglia; il discente potrà quindi collocarsi con facilità nelle Autorità di Bacino, nelle Autorità d’Ambito, nelle società di gestione dell’acqua, nelle industrie dei settori sopra riportati, nelle ASL, nell’Agenzia regionale per la protezione ambientale (ARPA) nonché negli studi professionali.

Contenuti

  • Accoglienza e orientamento
  • Pari opportunità
  • Legislazione sulle acque e sulla valutazione di impatto ambientale
  • Valutazione dei fabbisogni idrici per usi plurimi
  • Gestione e ottimizzazione delle reti idriche
  • Captazione e ricerca di nuove fonti
  • Ottimizzazione degli impianti di depurazione
  • Tecniche di monitoraggio quali-quantitativo
  • Patologie invalidanti da acque non conformi
  • Gestione finanziaria nell’uso della risorsa idrica
  • Idraulica e vulnerabilità degli acquiferi
  • Acqua nei processi produttivi
  • Stage.

Note

Stage Lo stage è un segmento del percorso formativo che permette l'acquisizione di crediti attraverso la formazione sul campo. Nell'ambito del master lo stage costituisce non solo un’occasione per un primo inserimento nel mondo del lavoro, ma consente allo studente di mettere alla prova la formazione ricevuta usufruendo dell'opportunità offerta da aziende ed enti di prendere parte allo sviluppo di progetti che necessitano le professionalità specifiche formate da questo percorso. Gli allievi verranno avviati ad attività di stage in linea con gli obiettivi del percorso formativo specifico ed in considerazione delle esigenze delle aziende/enti ospitanti. Queste ultime potranno essere individuate all’interno dei componenti del Polo d’Innovazione che sostiene attivamente le attività del master. Gli allievi durante le attività di stage saranno impegnati nella realizzazione di un project work concordato con l’azienda/ente ospitante. Il Politecnico di Torino, attraverso l'Ufficio Stage & Job, offre un servizio di supporto amministrativo allo studente che deve affrontare lo stage nonché agli enti e alle aziende che intendono presentare delle proposte. Costo La quota di iscrizione al Master è pari ad euro 1.500,00 (millecinquecento/00). Il Master in Ingegneria dell'acqua per uso potabile civile e industriale ha ottenuto l'approvazione e il finanziamento da parte della Regione Piemonte - Bando per Master Universitari di I e II livello - Anno Accademico 2012/2013, D.D. n. 628 del 6/11/2012 - Direttiva Alta Formazione. Borse di studio e finanziamenti Bando di concorso per il conferimento di 5 borse di studio riservato ai partecipanti fuori sede iscritti al master universitario di II livello in Ingegneria dell’acqua per uso potabile civile e industriale offerto presso la sede di Mondovì nel corso dell’A.A. 2012/2013.

2 opinioni su “MASTER IN INGEGNERIA DELL’ACQUA PER USO POTABILE CIVILE E INDUSTRIALE”

  1. carmelo calabrò ha detto:

    Salve, vorrei avere delle opinioni sugli sbocchi lavorativi del master, possibilmente da studenti che lo hanno frequentato.
    Grazie

    Carmelo

  2. Cosimo ha detto:

    Vorrei sapere se questo master da delle opportunità lavorative. Grazie

Richiedi opinioni o scrivi la tua esperienza (Disclaimer: Opinioni Master declina qualsiasi responsabilità per le dichiarazioni rilasciate)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *