MASTER MUMAT IN MARKETING TERRITORIALE
Università Cattolica del Sacro Cuore
Città Piacenza
Costo 5000 €
Durata Mesi
Stage SI

La Facoltà di Economia (sede di Piacenza), attiva l’XI edizione del corso di Master universitario di primo livello in Marketing territoriale – MUMAT – Attrazione di investimenti, turismo e cultura.

Il Master MUMAT è costruito come un’esperienza formativa multidisciplinare e professionalizzante, basata su materie economiche, quantitative, giuridiche e sociologiche e una specializzazione specifica per “ambiti di politiche pubbliche”.
La necessità di integrare le politiche territoriali ed orientarle insieme verso gli ambiziosi obiettivi della strategia di Lisbona è alla base della nuova offerta formativa della sede di Piacenza dell’Università Cattolica sullo sviluppo locale.

Obiettivi
Il Master in Marketing Territoriale è rivolto a:

  • Laureati secondo gli ordinamenti didattici precedenti al D.M. 509/1999.
  • Coloro che sono in possesso di diploma di laurea triennale.
  • Coloro che sono in possesso di diploma di laurea specialistica.

L’obiettivo è quello di formare figure professionali orientate in modo specifico all’attrazione di investimenti e di turismo. Per questo motivo, l’approccio seguito nella costruzione del progetto formativo ha privilegiato l’analisi preventiva delle competenze necessarie per il profilo professionale che si intende costruire.
Lo studente MUMAT dovrà occuparsi di progettare, monitorare, valutare politiche di sviluppo locale. Ha quindi la necessità di apprendere:

  • strumenti di base per la costruzione di politiche di sviluppo locale
  • strumenti specialistici per approfondire filoni di politiche
  • metodi per la valutazione delle politiche.

In questo quadro, si sono individuati dei topics rilevanti nell’ambito delle politiche locali. In primo luogo, si intende descrivere il sistema dei fattori che costituiscono la competitività territoriale, proponendo un’analisi di tipo istituzionale. In secondo luogo, si sono individuati i seguenti ambiti di intervento:

  • pianificazione strategica e project design territoriale
  • attrazione di investimenti
  • sviluppo turistico territoriale e valorizzazione culturale del territorio.

Sbocchi occupazionali
La figura professionale obiettivo del Master in Marketing Territoriale è l’agente dello sviluppo territoriale su base locale impegnato in strutture pubbliche e private di programmazione economica:

Area ATTRAZIONE DI INVESTIMENTI

  • Dirigenti e capi-settore che operano nell’ambito degli uffici in staff alle Presidenze e alle Giunte delle Amministrazioni locali (con particolare riguardo agli uffici che supportano la programmazione economica locale).
  • Dirigenti e capi-settore con responsabilità all’interno di Assessorati alle Attività produttive, al Lavoro e alla Formazione.
  • Responsabili dei nuovi Servizi per l’impiego, delle Agenzie del lavoro e degli Osservatori del mercato del lavoro.
  • Dirigenti e funzionari di agenzie di sviluppo territoriale, di consorzi di sviluppo industriale e di centri per l’innovazione tecnologica.
  • Direttori e coordinatori della programmazione formativa di enti e agenzie di formazione professionale.
  • Responsabili di uffici studi e funzionari delle Camere di Commercio.
  • Funzionari di Associazioni imprenditoriali e di categoria, con particolare riguardo ai responsabili degli uffici studi e ai funzionari delegati ai rapporti con le istituzioni.
  • Quadri e dirigenti di Organizzazioni sindacali, di categoria e soprattutto territoriali.
  • Funzionari delle organizzazioni dell’Unione Europea (Direzioni generali Occupazione e affari sociali, Politiche regionali, Imprese).
  • Consulenti della P.A. e di imprese per la definizione di piani di marketing territoriale.
  • Ricercatori in centri studi e di ricerca avanzata sulle politiche pubbliche in ambito locale.
  • Ricercatori in agenzie nazionali che si occupano di sviluppo locale.

Area TURISMO E CULTURA

  • Dirigenti e capi-settore con responsabilità all’interno di Assessorati al Turismo e Cultura.
  • Dirigenti e funzionari di enti provinciali del turismo, aziende di promozione turistica, uffici di informazione e accoglienza turistica e altre organizzazioni di natura pubblica.
  • Dirigenti e funzionari di consorzi e associazioni di operatori turistici.
  • Dirigenti e quadri di operatori privati del turismo (tour operator, agenzie, consorzi, catene alberghiere, etc.).
  • Consulenti delle P.A. e di imprese per la definizione di piani di marketing turistico.
  • Ricercatori in centri studi, agenzie nazionali e regionali che si occupano di promozione turistica e culturale.

ORGANIZZAZIONI
Il Master è mirato a soggetti che dovranno lavorare nelle seguenti organizzazioni, per conto delle stesse o anche in qualità di consulenti per imprese private o altri soggetti che interagiscono con esse:

  • Enti locali (Regione, Province, Comuni, Comunità montane, Autorità settoriali locali).
  • Agenzie locali emanazione del governo centrale o degli stessi enti locali (consorzi di sviluppo industriale).
  • Agenzie per la promozione dell’innovazione tecnologica (incubatori d’impresa, Parchi Scientifici e Tecnologici, BIC).
  • Agenzie di promozione dell’imprenditorialità, agenzie per il funzionamento del mercato del lavoro, centri per l’impiego, agenzie di promozione dello sviluppo territoriale, società finanziarie regionali.
  • Agenzie di sviluppo locale nate dall’interazione tra pubblico e privato (società per i patti territoriali, gruppi di azione locale per lo sviluppo di programmi di promozione delle economie locali: es. i programmi Leader).
  • Aziende che operano con la PA o che erogano servizi per conto della PA o nel quadro di politiche di outsourcing, in particolare con riferimento alla produzione di servizi pubblici locali da parte di imprese private.
  • Centri studi e ricerca nel contesto di politiche pubbliche territoriali, politiche del lavoro, politiche per l’innovazione tecnologica.
  • Camere di Commercio.
  • Organizzazioni di operatori economici (industriali, cooperative, agricoltori, commercianti…) con specifiche necessità di coinvolgimento nei processi decisionali di promozione dello sviluppo dei propri associati e organizzazioni sindacali.

Contenuti
Il Master MUMAT si compone di quattro moduli di articolazione dei corsi, all’interno dei quali sono stati costruiti dei sub-moduli caratterizzati da una propria consistenza interna (fatta eccezione per il modulo di politiche per l’impresa e per l’innovazione) ed ogni sub-modulo è costituito di unità formative che si riferiscono normalmente a diverse discipline scientifiche. Ogni modulo è coordinato da un docente e l’accertamento finale della preparazione avviene al livello dell’intero modulo formativo con prove d’esame interdisciplinari. Nel corso dello svolgimento delle diverse unità formative sarà possibile verificare la preparazione degli studenti con relazioni scritte o esercizi che costituiscono parte della valutazione complessiva finale.
Le unità formative sono blocchi di lezione normalmente “brevi” (massimo 10 ore) all’interno delle quali il docente si preoccupa di costruire il sistema delle conoscenze necessarie per favorire l’apprendimento e l’approfondimento individuale. Le lezioni d’aula non esauriscono il lavoro del singolo studente, ma promuovono lo sforzo individuale. In considerazione del fatto che la classe non è omogenea nelle condizioni di partenza, ogni unità formativa propone normalmente una bibliografia di background ed una bibliografia di base. La prima deve essere acquisita dallo studente attraverso lo studio individuale e la seconda sarà proposta in aula dal docente. Nel corso di colloqui che saranno svolti nelle prime settimane di lezione, si provvederà anche di proporre agli studenti del Master la frequenza di corsi di base necessari per integrare le proprie conoscenze di background. Il lavoro d’aula è integrato da un’attività seminariale che introduce allo svolgimento dei laboratori professionalizzanti.
I laboratori professionalizzanti sono una combinazione di seminari, case studies e project work proposti agli studenti con il coinvolgimento dei docenti del corso, dei partners del MUMAT e di consulenti esterni. Alcuni laboratori sono già stati richiesti dai soggetti che hanno sponsorizzato il Master e saranno seguiti a questo scopo da un docente di riferimento. I laboratori hanno prevalente riferimento alla realtà locale di Piacenza, Cremona e Lodi, sebbene essi verranno concepiti come uno spazio di trasferimento di buone pratiche. A questo scopo si cercherà di mettere in collegamento le realtà locali con esperienze italiane o straniere di eccellenza sui temi di interesse. Ad inizio delle lezioni, ad ogni studente sarà proposto lo svolgimento di un case study come esperienza di analisi. Successivamente, gli studenti si cimenteranno in project works che potranno anche essere lavori preliminari.
Lo stage conclude il percorso di studi ed avrà prevalente carattere di stage di progetto presso enti partners.
Gli esami finali si terranno nel corso delle prime due settimane di ottobre, con possibilità di ripetizione nel mese di dicembre, mentre la prova finale consiste nella discussione in forma seminariale dei lavori svolti dagli studenti nel corso dell’anno.
Alla fine del Master Mumat sarà inoltre proposto un percorso di internazionalizzazione dedicato a studenti italiani selezionati per un periodo di 6 mesi da realizzarsi all’estero con moduli formativi aggiuntivi e uno stage, preferibilmente presso organismi della Comunità Europea.
I seminari e i case studies del Master MUMAT fanno parte dei laboratori professionalizzanti.
In particolare, allo studente del Master MUMAT si richiede:

  • la predisposizione di case studies, assegnati dal Consiglio direttivo e dal Direttore, allo scopo di sviluppare l’analisi di un’istituzione concreta, di un ente pubblico impegnato in un significativo progetto di marketing territoriale, di un caso concreto di sviluppo in Italia o all’estero ecc.. Si tratta di lavori individuali, che devono essere consegnati dagli studenti come essays di max 30 cartelle
  • la frequenza del 70% all’attività seminariale proposta

I laboratori professionalizzanti sono attività didattico-scientifiche che accompagnano i moduli formativi d’aula, e mirano a completare la formazione con attività didattiche, che consentono agli studenti di misurarsi con esperienze concrete di progettazione, implementazione e monitoraggio di politiche di sviluppo. Saranno organizzati anche in collaborazione con soggetti partners del Master impegnati in una di queste politiche. I laboratori professionalizzanti comportano l’impegno a partecipare a:

  • seminari in aula
  • project work individuali e di gruppo
  • lavoro nei centri di ricerca
  • impegno individuale.

Note

Durata Le lezioni si svolgono:

  • il venerdì dalle 9,30 alle 18,30
  • il sabato dalle 9,00 alle 13,00.
Stage 200 ore. L’esperienza degli stages è realizzata presso uno degli enti o delle aziende coinvolte nel Master come sponsor o come partner. Lo stage sarà anche organizzato come esperienza di trasferimento di conoscenze e best practices da soggetti esterni (punti di eccellenza) ai partners/sponsor attraverso il progetto implementato dallo studente. Sarà predisposto un portafoglio stages offerto agli studenti e tra cui gli studenti sceglieranno il proprio stage, in accordo con il direttore e con il consiglio direttivo. Gli stages hanno normalmente carattere di stages di progetto della durata complessiva di quasi tre mesi dal 1° ottobre 2013 al 15 dicembre 2013, per un numero di ore complessivo da definire a seconda del carattere del progetto. Lo studente propone un progetto che avrà concordato con l’impresa e che deve avere tendenzialmente un legame con una delle attività professionalizzanti realizzate nel corso dell’anno. Il Consiglio direttivo ha il compito di approvare il progetto di stage e di verificare l’andamento dello stesso con la valutazione delle relazioni intermedie. Alla conclusione dello stage, lo studente dovrà predisporre una relazione finale di progetto di almeno 30 pagine che dovrà essere approvata dal Consiglio direttivo per l’approvazione finale ed il riconoscimento dei crediti. Gli enti coinvolti nel Master MUMAT a titolo di sponsor sono:
  • Fondazione di Piacenza e Vigevano
  • CCIAA di Piacenza
  • Provincia di Piacenza
Borse di studio e finanziamenti È prevista l'assegnazione di borse di studio per studenti italiani e di borse di studio aggiuntive per studenti stranieri.

Richiedi opinioni o scrivi la tua esperienza (Disclaimer: Opinioni Master declina qualsiasi responsabilità per le dichiarazioni rilasciate)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *