MASTER LA MEDIAZIONE EDUCATIVA NEI MACRO E MICRO SISTEMI
Università degli Studi di Bari "Aldo Moro"
Città Bari
Costo 1500 €
Durata 12 Mesi
Stage SI

Il Master La mediazione educativa nei macro e micro sistemi è un master di I livello promosso dal Dipartimento di Scienze della formazione, psicologia, comunicazione dell’Università degli Studi di Bari.

Obiettivi
Il master di I livello in “la Mediazione educativa nella gestione dei conflitti nei micro e macro sistemi” si propone di fornire una opportunità di alta formazione post laurea finalizzata alla acquisizione di competenze specifiche e capacità professionali nelle relazioni di aiuto e nella gestione delle diverse tipologie di conflitto sia nell’ambito dei macro sistemi (fra comunità sociali, religiose, ecc.) sia nell’ambito dei micro sistemi (fra individui o in contesti relativamente piccoli come la famiglia, la scuola, ecc).
Obiettivo del master è formare professionisti specializzati nel:

  1. riconoscere e leggere le dinamiche conflittuali, interpersonali e di gruppo
  2. progettare e gestire interventi di consulenza orientati alla trasformazione positiva dei conflitti e alla risoluzioni extragiudiziale delle controversie
  3. strutturare situazioni di aiuto volte alla gestione dei conflitti in prospettiva educativa
  4. risolvere cause civili in qualità di mediatore conciliatore.

Destinatari

  • LAUREE ANTE D.M. 509: Tutti i corsi
  • DIPLOMA UNIVERSITARIO DI DURATA TRIENNALE: Tutti i corsi
  • CLASSI DELLE LAUREE TRIENNALI: Tutte le classi
  • CLASSI DELLE LAUREE SPECIALISTICHE D.M. 509: Tutte le classi
  • CLASSI DELLE LAUREE MAGISTRALI D.M. 270: Tutte le classi

Requisiti preferenziali per l’ammissione:
L’ammissione al Master avverrà sulla base di una graduatoria di merito per titoli, che sarà formulata sulla base dei titoli indicati nella domanda di ammissione.

Sbocchi occupazionali
Il master si propone di contribuire alla formazione specialistica sulle tematiche della relazione di aiuto e della gestione e risoluzione dei conflitti delle seguenti figure professionali: mediatori civili e conciliatori, pedagogisti, educatori professionali, educatori sociali, formatori, operatori socio assistenziali, psicologi, psichiatri, operatori scolastici, sociologi, avvocati etc.
La mediazione è oggi richiesta e prevista a livello legislativo sia comunitario che nazionale. Questi i riferimenti :

  • le indicazioni del Consiglio d’Europa che riconoscono alla mediazione una funzione sempre più utile per gestire i conflitti tra le generazioni e mantenere una fiducia/speranza nei legami sociali;
  • la normativa europea per l’incremento dei progetti di mediazione scolastica e comunitaria, che richiede la immissione nel tessuto sociale di figure capaci di condurre i soggetti singoli o collettivi a riscoprire la propria identità, a riassumere una capacità di azione, a ricollocarsi in un ruolo sociale positivo ricomponendo i conflitti;
  • il DPR 448/88 che istituisce la mediazione penale in ambito minorile;
  • la legge n.77 del 20/3/2003 per i diritti dei minori;
  • la legge n. 580 del 1993, che disciplina il riordino delle Camere di Commercio, istituendo le camere di conciliazione;
  • la legge 328/00 che prevede la realizzazione di un sistema integrato di interventi e servizi sociali;
  • La legge n. 54 del 2006 che inserisce la mediazione tra le nuove disposizioni in materia di separazione dei coniugi ed affidamento condiviso dei figli:
  • il decreto legislativo n. 40 del 2003, che regola la conciliazione in materia di diritto societario e di intermediazione finanziaria;
  • la disciplina delle competenze penali del giudice di pace;
  • l’evoluzione del diritto penitenziario nella direzione di misure alternative alla detenzione e non ultima in risposta alla direttiva CE 52/2008 dell’Unione Europea, che ha portato l’Italia ad emanare il decreto legislativo 4 marzo 2010 n. 28 (Gazzetta Ufficiale n. 53)che, in attuazione della Riforma del Processo Civile (l. 69/2009), che ha introdotto l’istituto della mediazione civile e commerciale come strumento per giungere alla conciliazione. Sulla base di tale decreto, da marzo 2011 la mediazione deve essere esperita, a pena di improcedibilità, nei casi di controversie relative a: diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di azienda, contratti assicurativi, bancari e finanziari, risarcimento del danno derivante da responsabilità medica, da diffamazione a mezzo stampa o da altro mezzo.

Sono 600.000 le cause civili che devono passare obbligatoriamente per la mediazione.

Note

Durata Annuale - 1.500 ore. Frequenza obbligatoria: 80%. Il Master si terrà preferibilmente di pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 20.00 e in altre giornate di studio che saranno comunicate di volta in volta ai corsisti per attività seminariali, laboratoriali, on line e convegni sempre in relazione alla disponibilità delle aule universitarie. Tipologia Didattica: Didattica frontale + didattica laboratoriale -studio individuale + verifiche periodiche + attività di tirocinio e stages + stesura lavoro finale. Costo € 1.500,00 (€ 750,00 prima rata da versare all'atto dell'iscrizione - € 750,00 seconda rata da versare al momento della presentazione della domanda per sostenere l'esame finale - € 4,13 contributo assicurativo)

Richiedi opinioni o scrivi la tua esperienza (Disclaimer: Opinioni Master declina qualsiasi responsabilità per le dichiarazioni rilasciate)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *